stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, secondo caso nel call center Comdata di Palermo: avviate le indagini
VIA UGO LA MALFA

Coronavirus, secondo caso nel call center Comdata di Palermo: avviate le indagini

Paura nel call center Comdata di via Ugo La Malfa di Palermo. Attestato, a pochi giorni dal primo un secondo caso di coronavirus. Si tratta di una dipendente che si era assentata dal lavoro il 9 marzo dopo aver accusato tosse e febbre.

Immediata l'indagine epidemiologica da parte dell'Asp per verificare gli spostamenti e i contatti avuti dalla donna in questi giorni. Al momento si trova in quarantena. Ma, come riportato nell'articolo di Fabio Geraci pubblicato sul Giornale di Sicilia di oggi, gli uffici del call center erano stati già chiusi sabato scorso con la traduzione dei turni di lavoro in smart working.

Il call center dovrebbe andare incontro però alla riapertura il 30 marzo, ipotesi non accettata dai sindacati che, al contrario, spingono affinché l'intero volume di chiamate direttamente ai desk esterni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X