stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus a Palermo, confermati gli altri due casi: il bilancio dei contagiati sale a 3
IL BILANCIO

Coronavirus a Palermo, confermati gli altri due casi: il bilancio dei contagiati sale a 3

I casi sono tre. Tutti confermati. Il coronavirus è arrivato a Palermo e oltre al caso della turista bergamasca, ce ne sono altri due, delle stessa comitiva: il marito e un alta persona della stessa comitiva di turisti arrivati Bergamo. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, nell'aggiornamento delle 18.

Altri 3 contagiati che fanno crescere ancora il bilancio in tutta Italia: sono ora 322. Ma cresce anche il numero delle vittime, dai sette di ieri ai dieci di oggi: le altre tre vittime sono un 84enne di Nembro, in provincia di Bergamo, un uomo di 91 anno di San Fiorano e una donna di 83 anni di Codogno, entrambi in provincia di Lodi.

LE ANALISI DELLO SPALLANZANI. Servono 4-5 ore circa perché l'Istituto Superiore di Sanità sia in grado di confermare o smentire un caso sospetto di coronavirus. I tecnici lavorano su turni che iniziano alle 6 del mattino e terminano alle 3 del mattino dopo tutti i giorni, garantendo circa 200 esami al giorno.

Il risultato viene comunicato alle autorità competenti sia italiane che internazionali (Ecdc, Oms). Nel momento in cui un esame dà esito positivo in una qualche sede sul territorio nazionale, il campione viene inviato fisicamente all'Istituto, dove viene portato in genere dai Carabinieri dei Nas. Una volta preso in consegna il campione, se ne estrae l'Rna e, attraverso una tecnica chiamata Pcr Real Time, viene amplificata la quantità di genoma del virus SARS-CoV-2 eventualmente presente.

Oltre all'attività di laboratorio, si legge in un focus di approfondimento dell'Iss, l'Istituto ha inviato alcuni esperti in Lombardia, in accordo con le autorità locali, per supportare l'attività di contrasto all'epidemia. A questo si aggiunge la formazione, con un corso Fad in preparazione specifico per il Sars-CoV-2 e dedicato agli operatori e la comunicazione, con una task force specifica che ha prodotto ad esempio il decalogo promosso insieme al ministero della Salute sui comportamenti corretti, che è stato appena aggiornato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X