stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca La scomparsa dei Maiorana, il caso non è ancora chiuso
GDS IN EDICOLA

La scomparsa dei Maiorana, il caso non è ancora chiuso

Altri sei mesi per indagare su tre specifici punti per cercare di ricostruire il mistero della scomparsa dell'imprenditore Antonio Maiorana e di suo figlio Stefano, avvenuta il 3 agosto del 2007 a Isola delle Femmine. Durante questo periodo dovrebbe arrivare l'esito di alcuni accertamenti cruciali. La notizia è riportata in un articolo di Sandra Figliuolo sul Giornale di Sicilia in edicola. 

I punti sui quali il gip aveva disposto nuovi accertamenti riguardano: il confronto tra alcune impronte digitali trovate sulla Smart delle vittime, abbandonata lo stesso giorno della loro scomparsa all'aeroporto di Punta Raisi; l'audizione di alcuni testimoni e l'individuazione di un tale «Perrotta», che sarebbe a conoscenza di elementi importanti.

Due sono gli indagati per duplice omicidio: il costruttore Francesco Paolo Alamia, nel frattempo deceduto, e Giuseppe Di Maggio, figlio del boss di Torretta, Lorenzo.

Secondo l'ultima ricostruzione degli inquirenti, Maiorana padre avrebbe ricattato Alamia con un filmino porno, che lo avrebbe ritratto durante un rapporto sessuale con una minorenne. Lo scopo sarebbe stato quello di costringere il costruttore a cedere le sue quote delle società «Calliope» ed «Edilia», che avevano appena realizzato una serie di immobili a Isola delle Femmine.

La notizia completa sul Giornale di Sicilia. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X