stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ztl notturna a Palermo, il Tar conferma lo stop: l'ordinanza resta sospesa
LA DECISIONE

Ztl notturna a Palermo, il Tar conferma lo stop: l'ordinanza resta sospesa

Il Tar ha confermato la sospensione della Ztl notturna. Dunque anche venerdì prossimo l'ordinanza che tanto ha fatto discutere non partirà.

Il presidente Calogero Ferlisi, che ieri aveva chiamato le parti (Confcommercio e Comune) a esporre le proprie ragioni sul provvedimento ha dunque deciso. Alessandro Dagnino, che assiste i commercianti, ha prodotto una memoria di 8 pagine con undici allegati a sostegno della tesi del danno grave che ha già portato alla sospensiva del provvedimento, stoppato sul nascere venerdì scorso.

Ezio Tomasello, avvocato capo di Palazzo delle Aquile, ha scelto di non depositare alcuna memoria, riservandosi di farlo prima dell'udienza camerale di giorno 25 che dovrà decidere nel merito. Il Comune aveva comunque chiesto che in attesa della decisione di merito, l'ordinanza fosse rimessa in piedi rimuovendo la sospensiva.

Ieri in via Butera, dove ha sede il tribunale amministrativo, non si erano presentati né l'assessore Giusto Catania, né il sindaco Orlando. C'era, invece, la numero uno di Confcommercio, Patrizia Di Dio, anche se all'incontro davanti al presidente Ferlisi hanno partecipato esclusivamente i legali.

Il provvedimento aveva già subito altri due stop. Le prime due volte su pressione della politica e dei commercianti, che avevano chiesto almeno di spostare l'ordinanza a dopo Natale. La sospensione di venerdì scorso è arrivata dopo il ricorso dei commercianti che, come nel 2016, ha fermato la volontà dell'amministrazione di limitare il transito in centro il venerdì e il sabato a partire dalle 23 (una finestra lasciata aperta per fare lavorare pizzerie e ristoranti).

"Una decisione attesa, dopo il pronunciamento dei giorni scorsi e l'udienza di ieri. Il 25 il Comune porterà dati e motivazioni della necessità che anche a Palermo come in tante città vi sia una ZTL notturna a tutela della salute dei cittadini e della vivibilità del centro. In quella sede mostreremo anche come le limitazioni del traffico non siano elemento di danno alle attività economiche ma anzi possano essere elemento di stimolo dell'economia cittadina in modo diffuso". Lo dichiara il sindaco Leoluca Orlando a commento del provvedimento del Presidente del Tar.

“Vogliono farci passare per nemici dell’ambiente. La questione è un’altra. La decisione del Tar di accogliere la nostra istanza cautelare, infatti, conferma che le perplessità di Confcommercio avevano più di un fondamento pratico e giuridico”. Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo che ha proposto ricorso contro l’istituzione della Ztl, commenta così la decisione del Tar di accogliere l’istanza cautelare.

“Un provvedimento migliorativo per la vivibilità della città, e del centro storico in particolare, si sarebbe potuto scrivere con ben altra visione programmatica - prosegue la Di Dio - senza avventurarsi in inutili sperimentazioni sulla pelle dei commercianti. Avevamo più volte sollecitato un proficuo confronto con l’amministrazione comunale che avrebbe evitato il ricorso alle aule dei tribunali ma alla fine non si è voluto ascoltare il suggerimento di chi il centro storico lo vive giorno per giorno e ha investito con passione negli ultimi anni per contribuire a rigenerarlo. Per il futuro, sui tanti temi ancora aperti come quello del decoro, dei cantieri stradali o della mobilità, auspichiamo che si possa finalmente trovare un comune spirito di collaborazione tra istituzioni perchè è comune l’interesse: quello di fare il bene della città e dei cittadini”.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X