stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Mafia a Bagheria, assolta dopo 20 mesi agli arresti: "Non è postina del boss"

Bagheria, mafia, Paolo Liga, Pino Scaduto, Rosaria Maria Liga, Palermo, Cronaca
Rosa Maria Liga e Pino Scaduto

Diversi pentiti l’avevano definita la postina dei messaggi che suo zio, il boss di Bagheria Pino Scaduto, avrebbe inviato dal 41 bis ad un altro nipote, Paolo Liga, accusato di esserne diventato l'erede. Ma avrebbero raccontato anche del suo ruolo nelle estorsioni.

Ieri, però, come scrive Sandra Figliuolo sul Giornale di Sicilia in edicola, Rosaria Maria Liga (difesa dall'avvocato Debora Speciale), dopo aver trascorso venti mesi tra carcere e domiciliari, è stata del tutto scagionata dal tribunale di Termini Imerese e rimessa in libertà.

Il marito, invece, Salvatore Farina, accusato invece di aver custodito l'arsenale del clan di Bagheria, è stato condannato a otto anni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X