stampa
Dimensione testo
IL CASO

Morta al pronto soccorso a Palermo, l'ospedale Villa Sofia: "Ecco com'è andata"

OSPEDALI, sanità, Daniela Santoro, Palermo, Cronaca
Ospedale Villa Sofia

"La paziente di 49 anni morta il 12 ottobre scorso al pronto soccorso di Villa Sofia era stata dimessa dal reparto di Chirurgia toracica il 30 settembre scorso", non due giorni prima di morire. A spiegarlo in una nota è l'azienda ospedaliera che interviene sul decesso di Daniela Santoro, di 49 anni, avvenuto al pronto soccorso di Villa Sofia e su cui è stata aperta un'inchiesta dopo denuncia dei familiari.

"La signora è stata ricoverata per la prima volta a Villa Sofia il 27 agosto scorso al Trauma Center in seguito ad un incidente automobilistico nel quale ha subito un serio politrauma con grave trauma toracico, contusioni polmonari, frattura scomposta dell’emitorace destro, pneumotorace, frattura della clavicola destra, frattura pluriframmentata della scapola - spiega l'azienda ospedaliera - . In data 29 Agosto la paziente è stata trasferita presso il reparto di Chirurgia Toracica dove è stata sottoposta a posizionamento di un drenaggio pleurico e, avendo sviluppato un quadro di severa insufficienza respiratoria, il 7 Settembre è stata trasferita in Pneumologia.  Dopo esser stata adeguatamente trattata farmacologicamente e con ossigenoterapia, il 18 Settembre la paziente è stata nuovamente trasferita in Chirurgia Toracica con una completa risoluzione dell'insufficienza respiratoria".

La donna viene sottoposta a intervento chirurgico il 23 settembre scorso, sempre nel reparto di Chirurgia toracica. "Il decorso post-operatorio è stato del tutto regolare con buona stabilità della parete toracica e completa espansione del polmone in assenza di perdite aeree - prosegue l'ospedale -. La paziente è stata quindi dimessa il 30 settembre in buone condizioni cliniche generali e ventilo-respiratorie. Nel complesso alla dimissione i parametri vitali risultavano essere tutti nella norma".

Vengono quindi programmate per la donna due visite di controllo: una visita di controllo il 15 ottobre presso il reparto di Chirurgia Toracica ed una visita ortopedica presso il Cto, effettuata in data 9 Ottobre.

"Il giorno 11 ottobre alle 6 del mattino la signora si è presentata al Pronto soccorso di Villa Sofia con forte dolore addominale e subocclusione intestinale per un fecaloma - spiega ancora l'azienda ospedaliera -. Le condizioni si presentavano critiche. La signora è stata sottoposta ad una Tac in urgenza e ha iniziato una terapia idratante. La signora viene sottoposta a tre tac e tre visite chirurgiche. La situazione addominale e la subocclusione viene quindi risolta e mentre viene valutato il trasferimento in ambiente chirurgico la signora improvvisamente viene colpita da afasia e entra in arresto cardiocircolatorio. Malgrado tutti i tentativi di farla riprendere alle 5,36 del 12 ottobre viene dichiarato il decesso".

"Come si evince da tutti i passaggi - conclude l'azienda ospedaliera - la signora nel corso di queste settimane è stata assistita e curata con attenzione in tutti i reparti dove è stata ricoverata. Il decesso è avvenuto per cause improvvise che sarà in ogni caso l’autopsia ad accertare".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X