stampa
Dimensione testo
ZISA

Palermo, ai domiciliari spacciava crack e cocaina in casa: due arresti

Sono stati sorpresi a spacciare droga tra piazza Ingastone e via Cipressi, alla Zisa di Palermo. I baschi verdi del Comando provinciale della guardia di finanza di Palermo hanno arrestato un 49enne e denunciato a piede libero un tunisino.

Grazie anche all’infallibile fiuto del cane antidroga «F-MIA», sono state sequestrate complessivamente 161 dosi di sostanze stupefacenti varie tra cocaina, eroina, crack e marijuana, per un totale di 28 grammi.

Oltre a ciò, è stata trovata sostanza da taglio del peso complessivo per 7,97 grammi e bilancino nonché altri strumenti del mestiere. In particolare, il 49enne, agli arresti domiciliari per altri reati, deteneva la sostanza stupefacente già confezionata e suddivisa in dosi pronta per essere ceduta.

Nel corso delle operazioni di perquisizione dell’abitazione, i finanzieri hanno notato che il contatore dell’energia elettrica era staccato dalla parete e che, dunque, era stato creato un allaccio abusivo di corrente elettrica. Per tale motivo, dopo l’accertamento dei tecnici dell’Enel, è stato contestato anche il furto aggravato di energia elettrica ed è stato condotto al «Pagliarelli».

Successivamente, il gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere anche per il tunisino fuggitivo, che è stato immediatamente rintracciato ed arrestato. I due soggetti tratti in arresto avevano allestito un vero e proprio supermercato dello spaccio.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X