COSTA SUD

Rinasce il porticciolo di Sant'Erasmo: Palermo riscopre il suo lungomare

porticciolo di Sant'Erasmo, Leoluca Orlando, Pasqualino Monti, Palermo, Cronaca
Porticciolo Sant'Erasmo, Palermo

Dopo anni di abbandono e degrado rinasce il Porticciolo di Sant'Erasmo di Palermo.

Un intervento di riqualificazione importante per la storia della città: il recupero di un tratto di costa caro ai palermitani e che potrà adesso tornare a essere la continuità al “mare verde” del Foro Italico. Ma è anche un importante recupero che ridà dignità all'attività di pesca locale.

L'inaugurazione è avvenuta questa mattina con il taglio del nastro da parte del sindaco Leoluca Orlando e del presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti; a cui è seguita la benedizione del Vicario episcopale, padre Vincenzo Marchese.

Il porto di Sant'Erasmo torna ad essere un "porto di città", aperto e fruibile ai cittadini che da tanti anni chiedevano il suo rilancio.

La banchina principale è stata completamente recuperata con due edifici che accoglieranno ristoranti, gelateria e luoghi di ristoro e una zona pedonalizzata in pietra di Billiemi. Significativo anche l’intervento su via Padre Messina che è stata totalmente pedonalizzata e ombreggiata da palme.

"La riqualificazione del porticciolo di Sant’Erasmo, con interventi a bassissimo impatto e strutture leggere, è stato tra i primi progetti che ho mandato avanti appena arrivato in Sicilia - dichiara Pasqualino Monti, da due anni alla guida dell’Autorità portuale del Mare di Sicilia occidentale, proprio per ristabilire il rapporto, finora sconnesso, con le borgate che ospitano i porticcioli -. Sono molto orgoglioso di aver raggiunto, in dieci mesi, questo obiettivo che ha una portata soprattutto culturale perché riconnette ciò che, negli anni, il degrado e l’incuria avevano allontanato, porticciolo e borgata. E analogo lavoro si sta portando avanti anche all’Arenella e all’Acquasanta".

"Quello inaugurato oggi è il primo, ma corposo, stralcio di un più ampio progetto - prosegue ancora Monti -. Il secondo comprenderà la parte restante del Foro Italico: si stanno già definendo i progetti architettonici per poter ridisegnare tutto il tratto di camminamento sul mare e si sta anche progettando il braccio di sopraflutto del porticciolo per una protezione dal maestrale. “Raccordo” è il sostantivo da declinare sempre, in un dialogo costante e proficuo con l’Amministrazione comunale e tutte le istituzioni per sintonizzare i programmi di sviluppo del porto con i programmi di sviluppo dei territori: con questo modo di operare, mi piace evidenziare come, passo dopo passo, a Palermo e negli altri porti del network, quelli che due anni fa sembravano sogni irrealizzabili, si stanno materializzando: quello di Sant’Erasmo è un altro tassello che va al suo posto in quel grande e complesso mosaico che, con pazienza, cerchiamo di comporre".

"Con il recupero del porticciolo - dice il sindaco di Palermo Leoluca Orlando -  Sant'Erasmo compie un altro importante passo per tornare ad essere luogo di socialità, economia e rapporti fra le persone. Questo fondamentale strutturale che completa un percorso intrapreso da tempo e frutto della ritrovata e rinnovata collaborazione fra enti pubblici, si affianca, non solo fisicamente, a quello per il primo ostello sociale della città. Insieme renderanno questa parte della costa un nuovo polo di attrazione per i palermitani e i turisti, nel segno della riscoperta del mare come elemento vivo e vitale della città. Anche qui possiamo dire che la "Missione è compiuta".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X