stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Cinisi, "guerra" tra enti per il casolare di Peppino Impastato

Braccio di ferro tra Comune di Cinisi e Città Metropolitana di Palermo da un lato e Regione dall'altro per la ristrutturazione del casolare di Cinisi in cui Peppino Impastato fu ucciso.

Il sindaco di Cinisi e l'Anci hanno chiesto al presidente Musumeci, come riporta Giacinto Pipitone in un articolo del Giornale di Sicilia in edicola, di bloccare le procedure per espropriare il casolare e realizzarvi un museo multimediale su Impastato e sulla lotta alla mafia.

"Con sorpresa apprendiamo dalla stampa della decisione della Regione di stanziare 106 mila euro per acquisire il casolare - ha detto il sindaco di Cinisi, Giangiacomo Palazzolo, ricordando che il finanziamento "è successivo a un intervento della Città Metropolitana di Palermo, in partenariato con noi, avente ad oggetto sempre lo stesso casolare. La Città Metropolitana ha stanziato 490 mila euro per l'acquisizione, la riqualificazione e la realizzazione di una tensostruttura dove creare il Centro Nazionale Antimafie".

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X