stampa
Dimensione testo
IL CASO

Allarme a Capaci per svastiche e immagini di Hitler, ma era un musical

Quando hanno visto montare i cartelloni con le svastiche e il volto stilizzato di Adolf Hitler in molti non credevano ai propri occhi. Tutto ben sistemato su un palco, con tanto di maxi schermo alle spalle. Davanti invece decine di sedie. In tanti hanno pensato a un comizio o a qualche iniziativa politica.

Il centralino delle forze dell'ordine, più passava il tempo, più raccoglieva le segnalazioni, tutte dello stesso tenore, di persone e turisti indignati. A Capaci, cittadina a meno di 20 Km da Palermo dove gli ultimi vacanzieri si stanno godendo gli scampoli dell'estate, era quasi il panico.

Tant'è che sono dovuti intervenire gli agenti della Digos, per verificare cosa stesse accadendo. Ma è bastato poco ai poliziotti per accertare che era tutto un grande malinteso. Il faccione del Führer e i simboli del nazismo facevano parte di una scenografia; e l'intento era l'opposto. Uno spettacolo contro gli orrori dell'Olocausto.

Considerando la reazioni di molti, gli organizzatori c'hanno azzeccato. Sul quel palco, che aveva sollevato timori, è stato rappresentato ieri sera un musical, dal titolo "Mai più num3r1".

A organizzarlo l'associazione Arabesque. "Lo spettacolo - spiega l'organizzatrice Alice Cerchia - entra con la mente e con lo spirito nel ricordo di ciò che non deve accadere più. In nessuna parte del mondo. 'Mai più Num3r1' è un inno alla libertà".

Scopo, far riflettere lo spettatore: un viaggio attraverso la danza neoclassica, contemporanea e moderna, di un periodo storico infernale.

(ANSA)

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X