GDS IN EDICOLA

Palermo, prescrizioni e assoluzioni per gli amici del boss Nicchi

Processo Nicchi, Gianni Nicchi, Palermo, Cronaca
Il boss Gianni Nicchi

Assoluzione piena, nel merito, per alcuni, prescrizione per gli altri. La quarta sezione del Tribunale, presieduta da Bruno Fasciana, chiude così il processo contro quindici persone ritenute vicine al boss di Pagliarelli Gianni Nicchi, al quale - in parole povere - avrebbero cercato di salvare i «piccioli», preservandone cioè il patrimonio. Operazione riuscita solo in parte e grazie al contributo di alcune donne che avrebbero accettato di fare da prestanome.

Come si legge sul Giornale di Sicilia in un articolo a firma di Riccardo Arena, gli assolti nel merito sono sei, ma due di loro hanno fruito pure - per altre contestazioni - della prescrizione. Del tutto scagionati Carmelo Giardina, Chiara Portaro, Michele Armanno e Gaetano Fiorella; assolti ma anche prescritti Luigi Giardina, cognato di Nicchi, e Alessandro Costa. La formula è perché il fatto non sussiste. Nove i salvati dal lungo tempo trascorso dall'epoca dei fatti: sono lo stesso Nicchi, Davide Campione, Giovanni Catalano, Alessandra Giardina, Gaspare Perna, Rita Criscione, Salvatore Sansone, Giovanni Costa e Antonina Radicelli.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X