stampa
Dimensione testo
MAREDOLCE 2

Mafia a Palermo, il clan cercava soldi con furti in case e negozi

Furti in case e negozi. Ci sono anche i raid a tappeto nel curriculum criminale del clan di corso dei Mille a Palermo, come si legge nell’articolo di Sandra Figliuolo sul Giornale di Sicilia in edicola. Emerge dall’ordinanza che ha portato al blitz “Maredolce 2” della squadra mobile, col quale è stata smantellata la cosca, capeggiata dai boss Luigi Fabio Scimò e Salvatore Testa.

Pietro e Paolo Rovetto, padre e figlio, speravano di mettere le mani su grandi bottini, invece per una serie di intoppi alla fine avrebbero dovuto accontentarsi degli spiccioli.

I presunti furti furono commessi tra gennaio e febbraio ai danni del panificio «San Giuseppe» di via Galletti e dell'abitazione al primo piano del titolare, nonché al ristorante «Delta Catering» di via Ferruzza.

Blitz contro la mafia di Brancaccio a Palermo, 25 ordinanze: le foto all'uscita dalla squadra mobile

In particolare, nella notte tra il 20 ed il 21 gennaio, i Rovetto sarebbero stati convinti che, svaligiando il panificio e la vicina casa del titolare, avrebbero intascato almeno 100 mila euro. Invece ne avevano trovati circa 200.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X