L'INDAGINE

Arresto Arata, Salvini: "Non era un consulente, ha partecipato solo ad un convegno"

Arresto Arata, corruzione, Matteo Salvini, Paolo Arata, Palermo, Cronaca
Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini

"Arata? Avranno avuto i loro buoni motivi. Ha partecipato a un solo convegno e me lo ritrovo consulente della Lega. Me lo presentarono come professore universitario, non ricordo chi sia stato a presentarmelo". Così Matteo Salvini parlando con i cronisti davanti alla Camera dell'arresto di Paolo Arata.

"È venuto a un solo convegno della Lega e poi ho scoperto che era nostro consulente per l'energia, mio personale...anche i giornalisti dovrebbero fare più attenzione quando scrivono certe cose", ha detto in Transatlantico Matteo Salvini parlando con i giornalisti.

"L'ho incontrato una volta, non conosco gli atti. Preoccupato dagli sviluppo dell'inchiesta? Assolutamente no", ha risposto il leader della Lega.

«Ribadiamo quanto abbiamo sempre sostenuto: la politica deve sempre schierarsi contro mafie e corruzione e ridurre a zero il rischio di infiltrazioni criminali nelle Istituzioni». Così in una nota le deputate e i deputati del MoVimento 5 Stelle in Commissione Giustizia.  «Sulla brutta vicenda che oggi ha condotto all’arresto di Paolo e Francesco Arata e di Vito e Manlio Nicastri, la linea del MoVimento è stata netta fin da subito: se personaggi che gestiscono affari in odore di mafia cercano contatti con politica e Istituzioni, queste ultime devono respingerli. È la logica che ci ha guidato nella stesura dello Spazzacorrotti e
che deve sempre più diventare prassi nell’amministrazione della cosa pubblica e nei comportamenti delle forze politiche», concludono

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X