stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Palermo, lavora in nero e percepisce il reddito di cittadinanza: denunciati dipendente e imprenditore

di

Svolgeva prestazioni di lavoro in nero e percepiva il reddito di cittadinanza. Si tratta di uno dei primi casi in Sicilia: lo scorso 10 maggio, nelle Madonie, sono stati denunciati due coniugi.

I carabinieri della Stazione di Partanna Mondello, insieme al personale del locale Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno denunciato due palermitani entrambi di 52 anni: dipendente e datore di lavoro.

I militari hanno sorpreso un operaio a Sferracavallo mentre stava eseguendo lavori di ristrutturazione per una ditta edile. Aveva già percepito 300 euro quale beneficiario del "reddito di cittadinanza".

La ditta individuale non era iscritta alla camera di commercio e impiegava in nero l’uomo. Sanzioni anche per il titolare che è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per "omessa visita medica e formazione del personale - mancata redazione del piano operativo di sicurezza e nomina del medico competente".

Gli è stato anche notificato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

I carabinieri, nel corso di controlli, hanno sorpreso all'interno di un'altra società edile un lavoratore in nero. Anche in questo caso è scattato un provvedimento di sospensione dell’attività nei confronti della società.

È stata sequestrata la carta acquisti del lavoratore "furbetto" e sono state elevate sanzioni per 7.200 euro ed ammende in fase di quantificazione, stimate intorno a  60.000 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X