L'INCHIESTA

Palermo, pensioni di invalidità alle vittime degli spaccaossa: la Finanza segnala i nomi all’Inps

di

Sessanta milioni di euro. Questo il costo «sociale» calcolato dalla guardia di finanza del terribile affare degli spaccaossa. Che ha un retroscena davvero paradossale. A questo piccolo esercito di zoppi e semi-storpi non è affatto escluso che possa spettare la pensione d'invalidità e l'accompagnamento.

Anzi, è un'ipotesi presa seriamente in considerazione dagli investigatori del nucleo di polizia economico finanziaria delle fiamme gialle. Che già da diversi giorni hanno intrapreso un fitto carteggio con i vertici dell'Inps.

Gli inquirenti stanno segnalando caso per caso tutti gli indagati coinvolti nel giro degli incidenti fasulli, ma con fratture vere. E proprio questo è l'aspetto che incide maggiormente sui costi di questo orribile business. I risarcimenti assicurativi pagati fino ad oggi non superano un paio di milioni di euro, mentre la cifra delle «potenziali» pensioni è di gran lunga superiore.

Falsi incidenti e spaccaossa a Palermo: in 34 restano in carcere, 6 liberi. I nomi dei 247 indagati - Foto

Le invalidità infatti ci sono davvero e qualcuno potrebbe avere già avviato una pratica all'Inps per il riconoscimento. Se ottenesse la pensione, riceverebbe circa 600-700 euro al mese, più l'accompagnamento che sono più o meno altri 300 euro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X