POLIZIA MUNICIPALE

Palermo, fiorai nel mirino vicino al cimitero di Sant'Orsola: altri 8 sequestri dopo l'incendio

attentato fioraio, cimitero sant'orsola, fiorai sequestrati, Palermo, Cronaca
Attentato fioraio Sant'Orsola

Sale il numero delle rivendite di fiori sequestrate nei pressi del cimitero di Sant'Orsola a Palermo: adesso sono complessivamente 15 quelle finite nel mirino del nucleo controllo attività produttive della polizia municipale.

L'operazione è scattata dopo l'intimidazione che ha danneggiato un negozio di un fioraio in via Parlavecchio. La scorsa settimana erano stati sette i negozi di fiorai sequestrati e sette i commercianti denunciati.

Questa mattina nel corso del blitz i sigilli sono scattati per altri otto esercizi commerciali abusivi e altrettante le denunce per occupazione abusiva di suolo pubblico, costruzione abusiva, danneggiamento di beni architettonici e monumentali. Infatti la zona ricade sotto il vincolo della Soprintendenza.

Attentato incendiario a un fioraio, le foto nella zona del cimitero di Sant'Orsola a Palermo

In alcuni casi le baracche erano agganciate con viti e bulloni al muro di recinzione del cimitero storico monumentale di Sant'Orsola. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni per il ripristino della legalità in tutta la zona del cimitero.

Nel corso del blitz degli agenti della polizia municipale sono state individuate numerose costruzioni abusive. Magazzini che negli anni sono stati trasformati in abitazioni dagli stessi commercianti. Per gli abusi rilevati sono state fatte le comunicazioni all'assessorato all'edilizia e alla soprintendenza che dovranno emettere le ordinanze di demolizione per quei magazzini e quelle strutture realizzati senza le necessarie autorizzazioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X