stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Omicidio Fragalà a Palermo, investigatore smonta la pista dell’uomo col bastone

È stata smontata la pista dell'uomo con il bastone, ripreso nei pressi del luogo del delitto, in un video, intorno all’orario in cui fu aggredito Enzo Fragalà. Il maggiore Diego Ferrara, sentito dalla prima sezione della Corte d’assise, presieduta da Sergio Gulotta, ritiene che non è possibile che fosse l’assassino, perchè poteva essere un ombrello, ma soprattutto gli orari non coincidono.

Il processo vede imputate sei persone, considerate responsabili dell’omicidio del penalista, picchiato a morte il 23 febbraio 2010, intorno alle 20,40, e deceduto in ospedale il 26.

L’audizione, così come riporta il Giornale di Sicilia in edicola, si è resa necessaria dopo che gli avvocati Michele Giovinco e Filippo Gallina avevano depositato un video che ritraeva un uomo nella zona di Porta Carini un uomo con in mano un oggetto lungo alcuni centimetri.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X