stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Emergenza neve sulle Madonie, entra in azione un nucleo interforze
IL PUNTO

Emergenza neve sulle Madonie, entra in azione un nucleo interforze

di
emergenza neve madonie, Palermo, Cronaca
Tempesta di neve a Petralia Soprana in provincia di Palermo (foto Emanuele Termini)

È attivo da cinque giorni il piano emergenza neve sulle Madonie.  È stato creato un nucleo interforze per affrontare le emergenze legate alle nevicate. Ne fanno parte, ciascuno per le proprie competenze mettendo a disposizione le risorse disponibili, il Comune di Petralia Sottana, la guardia di finanza di Petralia Soprana, il corpo forestale della Regione, il 118, Ente Parco delle Madonie, la polizia stradale di Buonfornello, il comune di Isnello e la protezione civile della città metropolitana di Palermo. Difficile la viabilità nei comuni delle alte e basse Madonie con mezzi propri e con mezzi di ditte attivate in somma urgenza. Diversi interventi sono stati effettuati anche sul versante di Piana degli Albanesi e nel Lercarese.

Piano Battaglia

A Piano Battaglia sono attivi gli spalaneve della protezione civile metropolitana sulla SP.113 e  SP 54, con la collaborazione del mezzo messo a disposizione dal corpo forestale della Regione Siciliana. Il sindaco di Petralia Sottana Leonardo Neglia ha attivato i propri mezzi comunali per garantire la viabilità di accesso all’ospedale di Petralia.

La viabilità delle Alte e Basse Madonie

Il direttore del settore viabilità della città metropolitana di Palermo, Elio Venturella,  ha attivato una serie di interventi in somma urgenza per garantire la transitabilità sulla viabilità madonita. In particolare San Mauro Castelverde SP 52 e SP 60, SP 28 Gratteri, Gibilmanna SP54 bis. Nella zona di Petralia Soprana ha attivato cinque mezzi spalaneve per riaprire la SP 29, la intercomunale 6 Archi Romani, intercomunale 19 Raffo, Rurale 21 Cipampini, SP 32 Bompietro. Anche a Gangi sono stati attivati interventi sulla SP 14 Casalgiordano, SP 62 Case verdi, SR 22 Geraci- Gangi. Nella zona di Piana degli Albanesi la responsabile Giacomina Fasulo ha attivato lo spargimento del sale per rimuovere lastre di ghiaccio che mettevano a rischio le strade di accesso e di uscita dal paese.

Lercarese

Il responsabile Francesco  Trapani ha attivato le operazioni di spargimento del sale nella provinciale SP26 di Godrano e sulla SP 55 di Mezzojuso.

Attività di prevenzione su Piano Battaglia

La Protezione civile della città metropolitana di Palermo ha rinnovato la convenzione con il corpo nazionale soccorso alpino e speleologico per garantire l'assistenza e il soccorso nel comprensorio di Piano Battaglia in maniera da garantire i soccorsi in zone innevate, in questa prossima festa dell'Epifania, e nei fine settimana a seguire durante il periodo di innevamento.  Le squadre medicalizzate della stazione Palermo-Madonie del Cnsas  lavoreranno in stretta collaborazione con la protezione civile, che metterà anche a disposizione uomini e mezzi come gatto delle nevi e spalaneve per spostarsi e il personale della guardia medica dell'Asp. Il soccorso si è dotato anche di un telefono satellitare per le comunicazioni di emergenza anche in caso di black out.
In occasione della prevedibile "ondata" di gitanti a Piano Battaglia in questo primo weekend, inoltre, il soccorso alpino ha diffuso un vademecum per la sicurezza in ambiente innevato.

Per chi va in montagna si raccomanda di avviarsi nelle zone di montagna durante le nevicate solo se effettivamente necessario. Non avventurarsi in auto senza avere a bordo catene da neve di ottima qualità e controllare il funzionamento dei tergicristalli.  Fondamentale l’abbigliamento a strati. Si consigliano comodi scarponi da trekking invernale. Evitare di bere alcolici per riscaldarsi in quanto contribuiscono a far abbassare repentinamente la temperatura corporea. Si consiglia un thermos di te caldo ben zuccherato.
Per qualsiasi necessità si può chiamare il numero di emergenza del soccorso alpino 334/951.01.49, attivo 24 ore su 24, oppure il 118 chiedendo esplicitamente l'intervento del Soccorso alpino. La reperibilità H24 della protezione civile Metropolitana è 329/650.98.57

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X