stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Occupate dopo la confisca, a Mongerbino via allo sgombero nelle case del boss "Scarpuzzedda"
BAGHERIA

Occupate dopo la confisca, a Mongerbino via allo sgombero nelle case del boss "Scarpuzzedda"

case confiscate, sgombero immobile mafia, Giuseppe Greco, Patrizio Cinque, Palermo, Cronaca
Otto gli appartamenti da liberare

Operazione di sgombero forzato questa mattina a Mongerbino, nel territorio di Bagheria. Nel mirino l’immobile confiscato al boss mafioso Giuseppe Greco, meglio noto come  “Scarpuzzedda”. L'immobile di trova in via Perez 101.

Sul posto sono intervenuti cinquanta uomini e donne tra polizia, carabinieri, guardia di finanza, capitaneria di porto. Ma c'erano anche i rappresentati della prefettura di Palermo, del Comune di Bagheria oltre a quindici agenti di polizia municipale e assistenti sociali ed azienda sanitaria provinciale e 118.

Una maxi operazione con alcuni momenti di tensione e parole grosse da parte degli occupanti rivolte anche contro il sindaco Patrizio Cinque.

A Mongerbino lo sgombero dell'immobile del boss Scarpuzzedda: tutte le foto

Sono otto gli appartamenti oggetto dello sgombero e in cui all'interno abitano un ventina di persone e tra questi otto minorenni, di cui uno di 2 mesi ed una donna incinta. La maggior parte degli occupanti non era presente ed aveva già ottemperato all’ordinanza di sgombero emessa dal Comune. Questa mattina sei adulti, tra i quali la donna incinta e tre bambini.

“È un’operazione in sinergia tra Comune e forze dell’ordine per ristabilire la legalità in un immobile simbolo di mafia ed illegalità - dice il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque -. Abbiamo attivato le assistenti sociali per garantire già una sistemazione ai minori e le loro madri in caso non trovassero una sistemazione presso parenti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X