stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Veranda illegale nel bene confiscato: a Palermo finisce nei guai pure un carabiniere
ABUSIVISMO

Veranda illegale nel bene confiscato: a Palermo finisce nei guai pure un carabiniere

di

Tra le 107 ordinanze di ingiunzione e diffida a demolire di quest’anno, una delle ultime è indirizzata a un carabiniere. Il militare, come si legge sul Giornale di Sicilia, vive in un alloggio confiscato alla mafia assegnato come alloggio di servizio per la stazione dei carabinieri di Uditore.

Nell’appartamento di via Camillo Camilliani ha realizzato - secondo quello che si legge nell’atto dell’ufficio Controllo del territorio del Comune - «a retro-prospetto, su strada pubblica, una veranda in vetro e alluminio con il lato esterno in muratura» e «all’interno della veranda è stata realizzata una cucina in muratura con relativi impianti idrici ed elettrici, di 13 metri quadrati circa, già definita in tutte le sue parti e abitata». La costruzione, recita l’ordinanza, è «sprovvista delle prescritte autorizzazioni e/o concessioni edilizie»

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X