stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Revocata la scorta allo chef Giunta, i familiari delle vittime di mafia: "Scelta pericolosa"
L'APPELLO

Revocata la scorta allo chef Giunta, i familiari delle vittime di mafia: "Scelta pericolosa"

di

Dopo la notizia della revoca della scorta a Natale Giunta, a sostegno dello chef palermitano che sei anni fa denunciò i suoi estorsori scendono in campo i familiari delle vittime di mafia. Un appello per sottolineare come la decisione sia "una scelta pericolosa".

"Cosa nostra non dimentica, e chi dà il proprio contributo alla lotta alla mafia deve essere tutelato dallo Stato", afferma Giuseppe Ciminnisi, coordinatore nazionale dei Familiari vittime di mafia dell’associazione “I Cittadini contro le mafie e la corruzione”.

Lo scorso 28 maggio scorso allo chef palermitano, volto noto a livello nazionale per le sue partecipazioni alla trasmissione "La prova del cuoco" di Raiuno, è stata comunicata la revoca delle misure di protezione a cui era stato sottoposto dopo essersi ribellato al sistema del racket e avere denunciato i suoi estorsori, che poi infatti sono stati condannati. Nel frattempo, però, Natale Giunta ha continuato a ricevere minacce e intimidazioni, le ultime risalgono a circa un anno fa.

Una decisione, quella di togliere la scorta, che ha generato nello chef, anche gestore del locale Castello a Mare e titolare dell’azienda «Passami u Coppu» di Palermo, un grande sentimento di sconforto e timore. "Apprendiamo con dispiacere e preoccupazione della revoca della scorta", scrive l'associazione dei familiari vittime di mafia.

“Nonostante vivesse sotto scorta e nonostante i suoi estorsori fossero detenuti – prosegue Camminisi - fino allo scorso anno non sono mancati ulteriori atti intimidatori contro chi aveva avuto il coraggio di ricorrere alla giustizia sottraendosi al giogo mafioso. Togliere la scorta a Natale Giunta - conclude Ciminnisi -  è una scelta che potrebbe esporlo a ulteriori intimidazioni o vendette ed è una scelta che non condividiamo assolutamente e che speriamo venga al più presto rivista".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X