CASSAZIONE

"Procurarono l'esplosivo per la strage di Capaci", confermati due ergastoli

PALERMO. La prima sezione penale della Cassazione ha confermato l’ergastolo per Giuseppe Barranca e Cristofaro «Fifetto» Cannella, responsabili di avere procurato l'esplosivo utilizzato per la strage di Capaci del 23 maggio '92, in cui morirono Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani.

Il terzo imputato, il pentito Cosimo D’Amato, condannato in appello a 30 anni, è morto prima che la sentenza passasse in giudicato. I tre si sono avvalsi del rito abbreviato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X