stampa
Dimensione testo
L'INIZIATIVA

Assemblea contro la violenza alle donne, in migliaia in piazza a Palermo

PALERMO. A Palermo le studentesse aderenti all’Assemblea contro la violenza maschile sulle donne, in occasione dell’8 marzo hanno esposto striscioni e interrotto le lezioni per invitare studenti e insegnanti ad aderire allo sciopero globale e a prendere parte alla manifestazione indetta per questo pomeriggio.

«Oggi - dicono le aderenti all’Assemblea - migliaia di donne si asterranno dal lavoro per far emergere l’evidente importanza del loro ruolo nei cicli produttivi e riproduttivi della società, fondata su logiche patriarcali e maschiliste che relegano noi donne a una condizione di netta inferiorità. I sempre più frequenti fatti di cronaca che narrano di delitti definiti peraltro 'passionalì sono solo l’effetto più noto della violenza che ogni giorno è inferta sulle donne e che è avallata e perpetrata dal sistema vigente in ogni suo ambito. La violenza sulle donne è una condizione sistemica e strutturale. Oggi, anche a Palermo, insieme alle milioni di donne di ben 49 Paesi, scenderemo in piazza per aderire al primo sciopero globale della storia».

L’Assemblea, costituitasi all’indomani di una partecipata ed eterogenea assemblea tenutasi lo scorso 2 febbraio a Palermo, ha convocato per oggi una giornata di mobilitazione che inizierà con un concentramento in piazza Verdi alle 17.30 e proseguirà in corteo fino a Piazza Pretoria ove si svolgeranno concerti, letture, performance e la video proiezione de 'Le Invisibilì riguardante la manifestazione nazionale del 26 novembre a Roma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X