stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Occupato il Regina Margherita, si allarga la protesta a Palermo
SCUOLA

Occupato il Regina Margherita, si allarga la protesta a Palermo

PALERMO. Gli studenti del liceo socio psico-pedagogico Regina Margherita di Palermo hanno occupato il plesso della centrale di piazza Santissimo Salvatore. Si tratta del secondo istituto superiore occupato dagli studenti, dopo il nautico Gioeni Trabia, in seguito alla manifestazione del 17 novembre in occasione della giornata internazionale dello studente.

"In questo modo, con l’occupazione di oggi – afferma Simona Pezzella del collettivo del Regina Margherita -, vogliamo esprimere ancora una volta il nostro no deciso al governo Renzi nella sua totalità, il nostro no alla riforma della Buona Scuola e delle politiche di sfruttamento e profitto portate avanti dallo stesso governo Renzi; a partire dall’alternanza scuola-lavoro, che vede gli studenti impegnati a lavorare totalmente a titolo gratuito”.

“La maggior parte delle scuole palermitane rischia di cadere a pezzi – continua Francesco Cigna , rappresentante di Istituto -. Vista la progressiva privatizzazione della scuola non esiste nessuna mediazione. Da qui, e molto altro, l’occupazione di oggi, che vuole, come ogni anno , lanciare un forte messaggio di dissenso alle politiche che vanno a svantaggio degli studenti e del mondo della formazione in generale».

Domani alle 16 nella centrale dell’istituto si svolgerà un’assemblea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X