stampa
Dimensione testo
MAFIA

Palermo, confiscati beni per 700 mila euro a due esponenti dei clan

PALERMO. Beni per 700 mila euro sono stati confiscati, dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo a Gaetano Ganci, 66 anni e Giuseppe Perfetto, 59 anni, arrestati nel corso dell'operazione antimafia Perseo.

Secondo le indagini dei carabinieri il primo appartiene alla famiglia mafiosa di Porta Nuova, il secondo a quella di corso Calatafimi. Ganci è stato condannato con sentenza definitiva a cinque di reclusione per aver consentito ai vertici di Porta Nuova di utilizzare un immobile per summit a cui partecipava anche il capo del mandamento Giovanni Lipari.

È libero e sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Mafia, 8 condanne in appello al processo Perseo - Nomi e foto

Perfetto è stato condannato in primo ed in secondo grado a sette anni e quattro mesi per associazione mafiosa e tentata estorsione. Anche lui è libero e sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. A Ganci sono stati confiscati 6 rapporti bancari mentre a Perfetto due abitazioni: una a Palermo e una a Pollina, un magazzino a Palermo e due villette e un appezzamento di terreno a Termini Imerese, un automezzo e 10 rapporti bancari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X