stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Tubercolosi negli allevamenti", sequestri e denunce a Palermo
ASP E NAS

"Tubercolosi negli allevamenti", sequestri e denunce a Palermo

di

PALERMO. Due allevatori della provincia di Palermo sono stati denunciati alle autorità giudiziarie per non avere rispettato il “vincolo di custodia di animali di allevamento infetto”. E’ il bilancio di un’operazione congiunta di carabinieri del Nas e veterinari dell’Asp di Palermo nell’ambito delle attività condotte per garantire la sicurezza alimentare.

Sono stati controllati 4 allevamenti di bovini che in passato avevano avuto animali affetti da tubercolosi. La normativa a tutela dei consumatori impone norme precise e stringenti anche dopo l’abbattimento dei capi infetti, come la “custodia” degli altri animali (sani) in zone delimitate di pascolo per consentire di monitorare costantemente il loro stato di salute.

In due degli allevamenti controllati sono state riscontrate irregolarità che hanno portato alla denuncia dei rispettivi allevatori. Servizio veterinario e Nas stanno elaborando un piano straordinario per la “risoluzione complessiva dei problemi emersi”.

I controlli negli allevamenti della provincia fanno seguito a quelli che nei giorni scorsi avevano portato, tra l’altro, al sequestro di oltre 11 quintali di frattaglie in cattivo stato di conservazione, tra cui milza, polmoni, intestini e teste di bovino. L’obiettivo dell’attività congiunta di Nas e veterinari dell’Asp è di aumentare – attraverso l’adozione di misure sempre più stringenti a tutela dei consumatori - le garanzie per i cittadini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X