stampa
Dimensione testo
PALERMO

Delitto di Falsomiele: armi dei Gregoli "compatibili" con i bossoli

di
armi, compatibili, delitto, falsomiele, Palermo, Palermo, Cronaca
Al Comune Gregoli è addetto ai servizi cimiteriali

PALERMO. Svolta nelle indagini del duplice omicidio di Falsomiele, dove furono uccisi Vincenzo Bontà, 45 anni, e Giuseppe Vela, 53 anni. Secondo la perizia balistica eseguita dai tecnici della Polizia scientifica di Palermo, emergerebbe che i bossoli usati per uccidere le vittime sarebbero compatibili con una delle armi rinvenute nell'abitazione dei coniugi finiti in carcere per il duplice delitto, Carlo Gregoli e Adele Velardo. La coppia, come appurato dalle indagini, erano appassionati di armi e nelle loro casa di via Falsomiele ne sarebbero state trovate parecchie.

I due non hanno mai confessato il delitto, negando con forza ogni possibile accusa, ma per gli uomini della squadra mobile questa sarebbe un ulteriore conferma nel grave quadro indiziario contro i due coniugi.

Nell'appartamento della coppia sono stati sequestrati molti reperti, tra cui guanti e scarpe per rilevare eventuali tracce di polvere da sparo, e nella vettura di Gregoli e Velardo sarebbero stati trovato dei guanti e delle tracce di sangue. Non si conosce ancora il movente: anche la pista della lite per un allaccio abusivo d'acqua sarebbe stata scartata dalla polizia.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X