stampa
Dimensione testo
IN APPELLO

Tangenti a Lampedusa, condanna a 7 anni per l'ex sindaco De Rubeis

di

PALERMO. Accogliendo le richieste del procuratore generale, Luigi Patronaggio, la prima sezione della corte d’appello di Palermo ha condannato l'ex sindaco di Lampedusa, Bernardino De Rubeis, a 7 anni e 3 mesi di reclusione, due anni in più rispetto alla condanna in primo grado.

Per lui l’accusa è di induzione indebita a dare o promettere utilità. Condannato a un anno l'ex capo dell'ufficio tecnico Alfonso Averna (pena sospesa, in primo grado aveva avuto un anno e un mese). Assolto l'ex direttore generale del Comune di Lampedusa, Salvatore Caffo.

L'inchiesta risale al 2009, a quando alcuni imprenditori che si occupavano dello smaltimento dei rifiuti denunciarono delle pressioni subite e delle richieste di mazzette per ottenere il pagamento delle spettanze.

L'ex primo cittadino che, nell'estate del 2009 fu arrestato e trascorse quasi due mesi in carcere, avrebbe costretto, secondo l’accusa, alcuni imprenditori a pagare delle tangenti in cambio del pagamento di alcuni crediti che vantavano nei confronti del Municipio e di una licenza edilizia per la realizzazione di un complesso turistico.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X