stampa
Dimensione testo
RFI

A Palermo il "cervellone" della rete ferroviaria siciliana: investimento di 25 milioni

PALERMO. E' il cervellone centrale di Rfi in Sicilia. Si trova in una palazzina all'interno della stazione centrale di Palermo, dove lavorano 70 ferrovieri altamente specializzati che si occupano di monitorare con l'ausilio di nuove tecnologie 1.400 chilometri di rete ferroviaria e la circolazione dei treni nell'Isola. Con un investimento di 25 milioni di euro Rfi ha dotato la struttura di un nuovo impianto: l' Apparato centrale computerizzato (Acc).

"E' un impianto molto moderno e innovativo che replica anche a Palermo le sale di altre città italiane. Tramite questo centro governiamo tutta la rete ferroviaria siciliana e con il nuovo apparato centrale a calcolatori, entrato in funzione a dicembre 2015, possiamo gestire tutto il nodo palermitano - ha detto l'ad di Rfi Maurizio Gentile ai cronisti - La visione centralizzata ci consente di prendere tutte le scelte di circolazione adatte in caso di problemi e, stare insieme tutti in una sala, permette di risolvere al meglio e in maniera rapida tutte le criticità". "Da questa centrale inoltre - ha aggiunto - possiamo manovrare tutti gli scambi di Palermo, migliorando e fluidificando tutta la circolazione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X