stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Madonie, cinghiali da abbattere: nuovo rinvio
DA DITELO A RGS

Madonie, cinghiali da abbattere: nuovo rinvio

di
Si doveva cominciare nei primi giorni di dicembre ma la data d’inizio è slittata per la mancanza dei protocolli sanitari previsti dalla normativa regionale

PALERMO. Tardano a partire gli abbattimenti dei cinghiali sulle Madonie. Si doveva iniziare con gli appostamenti già nei primi giorni di dicembre, ma il piano ad oggi resta ancora sulla carta.

«Mancano solo i protocolli sanitari per i controlli sulla salubrità dei capi abbattuti – dichiara Angelo Pizzuto, presidente dell’ente Parco delle Madonie, intervenuto ieri mattina a Ditelo a Rgs -. Fase che dovrebbe concludersi a breve. Sono certo che cominceremo entro Natale», assicura.

Si dovrà attendere dunque ancora qualche settimana prima che il piano per l’abbattimento dei suidi selvatici nel territorio madonita diventi operativo. Slitta ancora l’avvio degli appostamenti, che sarebbero dovuti partire prima a fine ottobre e poi, per questioni burocratiche, a inizio dicembre.

Oggi a mancare sono i protocolli sanitari stipulati con Asp e Istituto zooprofilattico, che disciplinano le procedure di controllo sulla salubrità delle carni dei capi abbattuti. «I protocolli sono pronti attendiamo solo l’ok dai due enti», fa sapere Pizzuto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X