stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Investì e uccise una ragazza a Palermo, concessi i domiciliari all'automobilista
TRIBUNALE

Investì e uccise una ragazza a Palermo, concessi i domiciliari all'automobilista

di
Tania Valguarnera morì il 17 maggio scorso in via Libertà

PALERMO. Il giudice Daniela Vascellaro ha  concesso gli arresti domiciliari a Pietro Scalfani, il  panettiere di 50 anni che lo scorso 17 maggio, a Palermo,  travolse e uccise sulle strisce pedonali Tania Valguarnera, la  giovane operatrice di un call center che stava andando al  lavoro. Il panettiere era fuggito dopo l'incidente ed era stato  bloccato dalla polizia poco dopo. Il giudice a giugno aveva  respinto la richiesta dei domiciliari per l'automobilista,  accusato di omicidio colposo e omissione di soccorso. L'udienza  con il rito abbreviato è fissata per il 7 agosto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X