stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Frattura alla caviglia, muore a Palermo una donna di 44 anni
LA STORIA

Frattura alla caviglia, muore a Palermo una donna di 44 anni

di
La storia di Maria Rita La Mantia, ricoverata l'1 giugno al Policlinico dopo una funesta caduta in via Chiavelli e deceduta alla Rianimazione dell’ospedale Civico
Maria Rita La Mantia, Palermo, Cronaca
Maria Rita La Mantia

PALERMO. Morire a 44 anni per uno scivolone su un marciapiede dove stava aspettando le amiche per la gita fuori porta. Morire dopo una banale frattura alla caviglia, costata cinque giorni di atroci dolori e stati di incoscienza.
Si può ed è successo a Maria Rita La Mantia, ricoverata l'1 giugno al Policlinico dopo una funesta caduta in via Chiavelli e deceduta alla Rianimazione dell’ospedale Civico per insufficienza respiratoria e renale. Questa la diagnosi nel referto, queste le parole ufficiali che hanno firmato la fine alla sua vita.
Ma i familiari non si danno pace e vogliono chiarezza. Ieri il loro avvocato, Salvatore Romeo, ha depositato in Procura un esposto-querela dove, in sostanza, viene chiesto un incidente probatorio strumentale all’accertamento tempestivo della cause medico-legali della morte della donna con l’attento esame delle cartelle cliniche registrate nei due nosocomi durante la degenza della donna. Interrogativi con i quali, a torto o a ragione, i familiari non possono convivere. Vogliono comunque la verità, poi potranno piangere in pace.

«Nel momento in cui dovessimo ricevere richieste di chiarimenti dalla Procura - replicano dalla direzione sanitaria e aziendale - attiveremo tutte le procedure previste nella gestione del rischio clinico».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X