TANGENTI

Caso Helg, la Procura chiede il giudizio immediato

PALERMO. La Procura di Palermo ha chiesto il giudizio immediato per Roberto Helg, ex presidente della Camera di Commercio di Palermo arrestato in flagranza mentre intascava una mazzetta di 100 mila euro, 30 in contanti e 70 con assegno, dall'imprenditore Santi Palazzolo, titolare di una pasticceria all'aeroporto palermitano Falcone-Borsellino.

La richiesta di giudizio immediato è stata depositata al gup che dovrà decidere se ne ricorrono i presupposti previsti dal codice: l'evidenza della prova e che siano trascorsi 90 giorni dall'iscrizione nel registro degli indagati. L'immediato consente di passare alla fase del giudizio saltando così l'udienza preliminare. Helg, però, qualora l'istanza della Procura fosse accolta, potrebbe chiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento. La richiesta di immediato è stata firmata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi e dall'aggiunto Dino Petralia. «È una scelta - ha spiegato il procuratore - che abbiamo fatto nell'ottica dell'accelerazione dei processi».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X