stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Rap, più controlli dopo i furti: sospesi i nove dipendenti indagati
IL CASO

Rap, più controlli dopo i furti: sospesi i nove dipendenti indagati

La decisione del consiglio d'amministrazione

PALERMO. La Rap, la società che gestisce il  servizio di raccolta dei rifiuti a Palermo, ha deciso di  intensificare i controlli sui beni aziendali in uscita e in  entrata dal magazzino. E all'indomani dell'arresto di cinque  dipendenti sorpresi a rubare beni aziendali, non esclude di  avviare anche una rotazione del personale.     Il Cda, nella riunione di questo pomeriggio, ha formalizzato  la sospensione dal servizio dei 9 dipendenti indagati dalla  Procura di Palermo, perchè sorpresi a rubare carburante e beni  aziendali. Per cinque di loro sono stati disposti gli arresti  domiciliari, mentre per altri 4 l'obbligo di firma alla polizia  giudiziaria. Per il personale sarà avviato anche un procedimento  disciplinare, in base alla documentazione trasmessa dalla  Procura.     «Rafforzeremo i controlli - dice il presidente della Rap,  Sergio Marino - daremo un segnale, non continueremo a subire».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X