PALERMO

L’omicidio di Franco Mazzè allo Zen
C’è un fermo, si indaga su una lite

di

PALERMO. C'è un fermo per l'omicidio di Franco Mazzè, il pregiudicato ucciso ieri allo Zen in via Gino Zappa. Si tratta di Fabo Chianchiano, ricercato da ieri e di cui si erano perse le tracce.  Formalmente gli vengono contestai i reati di tentato omicidio e possesso illegale di armi: prima del delitto avrebbe avuto una violenta lite con la vittima. La vicenda, però, è molto complessa e gli inquirenti, che hanno lavorato al caso tutta la notte, stanno tentando di ricostruire il ruolo del fermato nell'omicidio e di risalire alle altre persone coinvolte nella vicenda.

Intanto, verrà eseguita oggi pomeriggio all'Istituto di Medicina legale del policlinico di Palermo l'autopsia sul cadavere di Franco Mazzè, il pregiudicato. L'uomo è stato colpito da diversi proiettili esplosi da due killer, mentre si trovava davanti a un panificio. Uno dei colpi lo ha raggiunto alla testa. L'inchiesta, coordinata dal pm Geri Ferrara, è condotta dalla squadra mobile di Palermo.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X