stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca A Palermo le strade di nessuno tra buche e allagamenti quando piove
DAI LETTORI

A Palermo le strade di nessuno tra buche e allagamenti quando piove

Pubblichiamo gli sms e le e-mail inviati a Ditelo a Rgs (in onda da martedì a sabato su Tgs e Rgs, vedi la pagina dei programmi TV) e alla pagina del Giornale di Sicilia su Facebook. Il numero accanto ai titoli indica le segnalazioni pervenute.

Buche e marciapiedi/116

Antonio Verduci

da via Generale Alberigo Albricci

In via Generale Alberigo Albricci, all’altezza del civico 60 (parallela di via Diaz zona piazza Torrelunga), sono presenti tre buche al centro della carreggiata che non solo sono pericolose per i motociclisti, ma rendono anche difficile la circolazione. Le buche erano state coperte con della pece che, in questi giorni di violente piogge, è andata via. Adesso la strada è nuovamente punto e a capo.

(Nel caso di strade dissestate non inserite in programmazione, la Rap interviene secondo criteri di urgenza. Attualmente il servizio di emergenza è attivo h 24 ed è effettuato da 5 squadre che, a rotazione, coprono interamente la giornata. Le squadre intervengono su segnalazione di enti esterni (polizia municipale, polizia, carabinieri, protezione civile ecc...) ma anche su input provenienti da segnalazioni interne, (urp ma soprattutto su segnalazioni del servizio di sorveglianza). Le squadre intervengono su qualsiasi anomalia che coinvolge sia le sedi stradali che quelle pedonali (buche, olii, transennamenti). In media vengono eliminate 1000 buche al mese. La Rap ha attivato il servizio di segnalazione telefonica ed email per le situazioni di pericolo e degrado riguardanti le strade e i marciapiedi che ricadono in territorio comunale. Numero Verde: 800237713 - Email: protocollo@rapspa.it - P.E.C.: rap.spa@cert.comune.palermo.it)

 

Servizi/82

Massimo Siciliano

da Villagrazia di Carini

Un tratto della statale per Villagrazia di Carini trasformato in un fiume. Le auto costrette ad avanzare con grandi difficoltà.

 

Illuminazione/42

Marcello Vassallo

da via Danimarca

Da circa due anni c’è un guasto all’illuminazione pubblica in via Danimarca di due punti luce. Ma nessuno è mai venuto a riparare il danno.

 

Davide Vitale

da via Tasca Lanza

Dopo il vostro intervento a Ditelo a Rgs le luci in via Tasca Lanza numero 26 sono state accese. Ma da oggi quei pali che sono tornati a funzionare sono nuovamente spenti. Pur segnalando a Amg nuovamente il caso, nessuna risposta.

(Dopo più di due anni dalla consegna dei progetti da parte di Amg al Comune, i primi due dei quattro piani per il rifacimento della rete d’illuminazione cittadina – finanziati con fondi Fas per 15 milioni di euro – sono arrivati in gara d’appalto. si tratta del progetto per rinnovare il cosiddetto «quadrilatero Sciuti-Lazio-Libertà», una delle zone cittadine in cui l’impianto d’illuminazione è più vetusto e del progetto che interesserà il rifacimento della rete nella zona compresa tra via Oreto, la stazione centrale e Villa Giulia. Ne mancano all’appello, però, ancora due e dovranno rimettere in sesto l’illuminazione pubblica nella tratta della zona costiera della città, quella che parte da Partanna-Mondello, attraversa Valdesi e risale per tutta l’Addaura, sino a Vergine Maria. «Il capoluogo siciliano - sottolinea Amg - possiede oggi più di 47 mila punti luce divisi in due tipologie: punti luce alimentati in “serie” e sistema di alimentazione in “derivazione”. Di questi punti luce, circa il 54 per cento (oltre 25 mila) risalgono agli anni Sessanta/Ottanta e sono alimentati in “serie”, sistema di alimentazione la cui componentistica è diventata, per ragioni tecniche e di mercato, sempre più difficile da reperire. Sono questi gli impianti più datati della città. Di questi punti luce alimentati in “serie”, circa 3.500 sono già interessati da progetti e finanziamenti (fondi Fas-Cipe). I rimanenti, circa 22 mila, sono stati inseriti dal Comune nel programma triennale delle Opere pubbliche 2013-2015, sulla base di una ricognizione generale eseguita da Amg energia»).

 

Istruzione/31

Federica Marchese

da San Giuseppe Jato

A San Giuseppe Jato, la scuola elementare Falcone chiusa per allagamento (dopo la caduta di un pezzo di tetto). I bambini sono costretti a stare a casa dopo l’ordinanza del sindaco di chiudere la scuola. Non si sa quando torneranno a fare lezione. Si pensa che i bambini faranno turni pomeridiani presso l’altra scuola elementare presente nel paese.

(un articolo a pagina 34 del Giornale di Sicilia in edicola)

 

Centro storico/16

Salviamo il cuore di Palermo

Rubati alcuni pezzi di grate in ghisa. Patrimonio della città che pian piano scompare sotto gli occhi di tutti. Si tratta dell’ex Palazzo ufficio Registro di Palermo in corso Vittorio Emanuele. Oggi in totale abbandono.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X