stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fronde e rami da potare a Palermo, Piazza Castelnuovo ancora in attesa di un intervento
DAI LETTORI

Fronde e rami da potare a Palermo, Piazza Castelnuovo ancora in attesa di un intervento

Pubblichiamo gli sms e le e-mail inviati a Ditelo a Rgs (in onda da martedì a sabato su Tgs e Rgs, vedi la pagina dei programmi TV) e alla pagina del Giornale di Sicilia su Facebook. Il numero accanto ai titoli indica le segnalazioni pervenute.

Traffico/168

Sms firmato

via Matteo Bonello

Via Matteo Bonello, nonostante la carreggiata stretta, è strada a doppio senso di circolazione. Eppure il divieto di sosta presente su un lato viene quotidianamente ignorato da decine di auto, creando puntualmente ingorghi e disagi a poca distanza dalla Cattedrale. Il tutto nel sostanziale disinteresse dei vigili urbani, oltre ovviamente a quello di chi posteggia in zona vietata, sapendo di farla franca.

 

Sms firmato

da via Messina Marine

Segnalo il totale stato di abbandono della circolazione urbana in via Messina Marine, viale dei Picciotti, via Salvatore Cappello, via Saetta, via Macello. Dopo la chiusura della strada via Adorno, dovuta alla comparsa di una buca nel manto stradale, sono state apportate nuovamente modifiche alla viabilità della strade sopra citate, causando un incremento notevole di auto in questo perimetro già intasato dalla chiusura del ponte Beily di Corso dei Mille. Chiediamo quindi o la presenza costante di polizia municipale, la quale viene a fare solo la comparsa solo pochi minuti al giorno, o il ritorno alla viabilità fino a venerdì scorso. Oltre a causare un disagio prettamente viabile, crea un notevole disagio alle attività commerciali in questo perimetro. Con la presente vogliamo segnalare, al fine di evitare una nuova chiusura e la comparsa di una nuova buca imminente che comprometta nuovamente la già precaria viabilità, la stato precario del manto stradale di via Mario Adorno e via Ponte di Mare altezza Sant'Erasmo.

(Dei 1.400 vigili, solo 280 sono attualmente quelli addetti alla viabilità e quindi alla gestione della circolazione stradale. In totale però - compresi i 280 - sarebbero complessivamente 560 quelli addetti alla mobilità e sicurezza stradale e quindi: allo street control, autovelox, vigilanza delle sedi istituzionali ed infortunistica. Altri 170, invece, sono addetti agli affari generali, e quindi: al bilancio, acquisti e gestione dell'autoparco, magazzino, contenziosi e verbalizzazioni. Altri 300 si occupano del servizio di controllo delle attività produttive del patrimonio, della regolarità dei negozi, delle licenze, dei permessi e della lotta contro l'abusivismo commerciale. I restanti 400, infine, sono quelli appartenenti al nucleo della polizia giudiziaria, edilizia abusiva, al nucleo controllo patrimonio artistico e protezione ambientale).

 

Potature/89

Sms firmato

da piazza Castelnuovo

Alberi cresciuti a dismisura e potature dimenticate in piazza Castelnuovo (nella foto).

(Sono arrivati nuovi mezzi al vivaio comunale. Attrezzature che servono a potare gli alberi cresciuti a dismisura che invadono numerose strade di Palermo. Ammontano a circa 400 mila euro i fondi statali utilizzati dal Comune per acquistare due cestelli elevatori, una piattaforma a ragno e due automobili a supporto delle squadre di potature. L'amministrazione comunale ha aggiunto solo un piccolo cofinanziamento. Ad annunciarlo, a Ditelo a Rgs, è stato il dirigente del settore comunale Ville e giardini, Domenico Musacchia: «All’interno del nostro vivaio sono arrivate delle nuove attrezzature che servono a migliorare gli interventi svolti dalle nostre maestranze. I due cestelli elevatori servono a raggiungere i rami e le chiome degli alberi particolarmente alti. Il macchinario a ragno invece, è utile per lavorare sugli alberi che si trovano in piccole stradine, come ad esempio quelle del centro storico oppure nei cortili delle scuole. Le automobili saranno utilizzate per il trasporto del personale»).

 

Istruzione/28

Sms firmato

da San Martino delle Scale

«Guglielmo II San Martino delle Scale», l'assessore Nadia Granà ha dichiarato che i bambini della suddetta scuola dal mese di settembre (da quando ci sono problemi di infiltrazioni nelle aule) hanno svolto le lezioni nei laboratori della scuola, parla senza cognizione di causa, nella scuola di San Martino non esistono laboratori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X