stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Le discariche che «riposano» sui materassi a Palermo, allarme diserbo a Brancaccio
DAI LETTORI

Le discariche che «riposano» sui materassi a Palermo, allarme diserbo a Brancaccio

Pubblichiamo gli sms e le e-mail inviati a Ditelo a Rgs (in onda da martedì a sabato su Tgs e Rgs, vedi la pagina dei programmi TV) e alla pagina del Giornale di Sicilia su Facebook. Il numero accanto ai titoli indica le segnalazioni pervenute.

Rifiuti/402

Giovanni Di Cara

da via Giuseppe Amari

Questo è lo spettacolo giornaliero in via Maggiore Giuseppe Amari, ai civici 11/13/15, dove esiste l’istituto Principe di Palagonia (casa di riposo e centro accoglienza extracomunitari richiedenti asilo), in cui lavoro. È una vergogna, indice di mancanza di rispetto per il prossimo, i cui responsabili sono sicuri dell’impunità e offendono la maggior parte dei palermitani che è composta, sicuramente, da persone civili. Ho provato a contattare la Rap: dopo un primo intervento parziale, in pochi giorni eravamo punto e a capo. Questo ripetersi della situazione, spinge quasi alla rassegnazione.

Dalla pagina Facebook di Ditelo a Rgs

 

Mario Mineo

da via Riserva Reale

Siamo in via Riserva Reale, una delle strade abbandonate dove impera il degrado. Qui si ha a che fare con il continuo abbandono di immondizia e con le erbacce che crescono a dismisura, creando intralcio alla circolazione.

Dalla pagina Facebook di Ditelo a Rgs

 

Nonostante il contratto di servizio tra Comune e Rap (che conta quasi 2400 dipendenti) sia stato firmato, il problema legato ai rifiuti continua a essere al vertici della classifica delle segnalazioni inviata alla redazione di Ditelo a Rgs. Il contratto avrà una durata di cinque anni e prevede 142 milioni di euro all'anno. Tra i servizi finanziati: la raccolta dei rifiuti urbani, della differenziata, lo spazzamento e il diserbo; la raccolta dei rifiuti speciali; la gestione di Bellolampo; la rimozione delle carcasse di auto; la pulizia dei mercatini, la manutenzione stradale e il monitoraggio dei livelli di smog. Il Comune paga a parte, invece, il supporto a eventi, manifestazioni e fiere occasionali; la rimozione e lo smaltimento degli sfabbricidi; la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti da potature; la raccolta delle alghe e dei rifiuti prodotti dal canile; la rimozione e lo smaltimento dell'amianto; la sanificazione e la derattizzazione delle scuole e la pulizia delle spiagge.

 

Traffico/120

Salvatore Garofalo

da via del Manderino

Ecco come si presenta la segnaletica orizzontale in via del Manderino (la foto a pagina 19, edizione Palermo del Giornale di Sicilia in edicola). Come da programma, l’Amat avrebbe dovuto effettuare il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale a settembre. Ad oggi, però, ancora nulla è stato fatto. Nella stessa condizione si trovano anche altre strade di Sferracavallo che, da più di un anno, hanno bisogno e attendono la manutenzione.

 

Diserbo/106

Donatella Bosco

da via Messina Montagne

Anche la zona di via Messina Montagne e corso dei Mille ha bisogno di un intervento immediato di diserbo e pulizia della strada. Da almeno due anni, infatti, non viene ripulita. Stessa situazione si ripete nell’area intorno al Forum, a Brancaccio, che versa in uno stato di assoluta indecenza.

La Rap ammette che in questo momento ci sono difficoltà a coprire il servizio di diserbo in città. Le ragioni principali sono il numero del personale e dei mezzi a disposizione. Al momento l'azienda dispone di sette squadre con cinque operai ciascuna. Spesso, però, alcuni di questi sono impiegati in altri servizi come lo spazzamento. Sono, invece, 12 i decespugliatori a dispozione, ma di questi ne funzionano solo sette. Cinque, infatti, sono guasti in attesa di essere riparati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X