stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca “Chiese il pizzo ai produttori di una fiction”: sequestro di beni alla Noce
PALERMO

“Chiese il pizzo ai produttori di una fiction”: sequestro di beni alla Noce

di
Nel mirino Tommaso Tognetti, considerato esponente di spicco del clan della Noce

PALERMO. La polizia ha sequestrato beni per 500 mila euro a Tommaso Tognetti, esponente di spicco del mandamento mafioso della “Noce”. Il provvedimento è del Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione presieduto da Silvana Saguto, (e composto da Lorenzo Chiaramonte e Fabio Licata), che ha accolto la proposta avanzata dal Questore di Palermo e dal Procuratore della Repubblica.

La figura di Tognetti è emersa nel corso delle indagini, svolte dalla squadra mobile di Palermo (sfociate nell’operazione “Atropos”) che, il 22 ottobre 2012, lo ha portato in carcere. Tommaso Tognetti, secondo gli agenti, è un elemento inserito nell’organizzazione mafiosa e sarebbe tra gli estortori della Magnolia Fiction, società di produzione cinematografica che ha girato a Palermo anche "Il segreto dell'acqua", con Riccardo Scamarcio, e non "Squadra antimafia" come detto in un primo momento. I sigilli sono scattati per due immobili uno in via Perpignano e un altro in via Re Federico.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X