stampa
Dimensione testo
SUL WEB

Palermo, è nato il blog dedicato a Pino Puglisi

All'indirizzo www.beatopadrepuglisi.it si trovano già oltre 60 articoli e decine di foto e video. Il blog è curato dal giornalista Francesco Deliziosi, allievo e amico di padre Puglisi

PALERMO. E' nato il primo blog dedicato a padre Pino Puglisi, il parroco di Brancaccio ucciso dalla mafia e proclamato martire. All'indirizzo www.beatopadrepuglisi.it si trovano già oltre 60 articoli e decine di foto e video. Il blog, a cura del giornalista Francesco Deliziosi, allievo e amico di padre Puglisi, ospita in evidenza da oggi un articolo di mons. Vincenzo Bertolone, postulatore della Causa di beatificazione. "Chissà cosa avrebbe pensato don Puglisi - si chiede il prelato - di internet se avesse avuto il tempo di conoscerlo.

Probabilmente ne avrebbe fatto uno strumento al servizio del suo ministero e della Persona, per fare 'rete', accorciare le distanze, unire i cuori". Il postulatore, che è l'attuale arcivescovo di Catanzaro, spiega: "Grazie all'iniziativa del blog che porta il suo nome, attraverso il web il Beato parla a quanti, ai quattro angoli del pianeta, nell'anonimato e nel silenzio, con umiltà e grande dignità, come lui soffrono l'assalto del male per non aver voluto rinunciare a Cristo, per non aver voluto chinare il capo di fronte alla violenza della mafia. Proprio come don Pino Puglisi. Da oggi, per saperne di più, per respirare il profumo di santità, basta un clic. E sembra già di vederlo, padre Pino, mentre sorride pigiando il tasto del suo computer...".

Il blog ospita anche articoli di don Luigi Ciotti e Giancarlo Caselli e un servizio sui punti di contatto tra la pastorale di don Puglisi e le indicazioni di Papa Bergoglio (a partire da "una Chiesa povera e per i poveri"). Altri articoli spiegano i retroscena del film "Alla luce del sole" di Roberto Faenza e dello sketch sullo "zio Pino" di Ficarra e Picone. A pochi giorni dalla creazione su internet il blog ha avuto diverse migliaia di visualizzazioni, con numerosi contatti anche da Stati Uniti, Francia, Germania e Sudamerica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X