stampa
Dimensione testo

Cinema

Home Cultura Cinema La perdita dell’identità nel rapporto amoroso nel nuovo film del regista palermitano Graffeo
"IL BACIO"

La perdita dell’identità nel rapporto amoroso nel nuovo film del regista palermitano Graffeo

di

Un lungometraggio drammatico e surreale che tratta il tema della perdita d’individualità all’interno di un rapporto amoroso. Di questo parla ‘’Il Bacio’’, il nuovo film di Pietro Graffeo, giovane regista palermitano. I protagonisti sono due amanti senza nome, personificazioni dell’amore, e vivono in una dimensione eterea dove il tempo perde di significato. Questa dimensione muta al mutare del sentimento che la permea: inizialmente è paradisiaca, come un Eden per i suoi due ospiti, ma successivamente diviene scura e infernale, come una prigione da cui evadere è impossibile. Un amore tossico, morboso.

I protagonisti devono così far continuamente i conti con la tentazione di spezzare dei confini, dei limiti e la paura della solitudine. La loro vita non è altro che un continuo ripetersi di situazioni leziose e amorose che finiscono per diventare estenuanti, quindi possibilmente ripetitive per lo stesso spettatore che quasi potrà sentirsi un terzo incomodo, un voyeur, tra i due protagonisti. Questo sentimento finisce col distruggere completamente la loro umanità e la loro identità, rendendoli schiavi della paura ancestrale di solitudine. Lui e Lei, vivono queste sensazioni perennemente, ma, a un certo punto, tutto cambia: questa eternità, questa loro perenne gioia d’amore, la passione, l’eros, tutto diviene un’agonia.

Un lavoro di sovrapposizioni, ritagli e cuciture, come evidenziato nelle note di regia: «Come fosse un découpage si è deciso di narrare le vicende soprattutto con primi e primissimi piani proprio per dare un’atmosfera intima oppure claustrofobica a seconda del momento […] il film non vuole essere naturale, ma anzi surreale, simbolico, a volte astratto o minimale».

L’anteprima con la proiezione del lungometraggio avverrà mercoledì 17 novembre alle ore 21:00 al cinema Rouge et Noir di Palermo. Il film è stato inoltre premiato con l’Onirica Award all’Onirica Film Festival 2020 di La Spezia, e ha vinto il premio come Miglior Film Sperimentale all’Eurasia International Monthly Film Festival e il Best Indie Feature - Film low budget all’Art Film Award.

Il Bacio è distribuito dalla neonata società Marte Studios, una realtà di produzione e distribuzione cinematografica nata dall’incontro di sette giovani ragazzi italiani. Amore per il cinema e desiderio di entrare a farne parte in modo maturo e cosciente. La linea editoriale di Marte valorizza il cinema di Davide che si scontra con Golia. Un cinema per l’indipendenza e per quella genuina immaturità giovanile che porta però a sperimentare senza remore. Un cinema che sia coralità, lavoro di squadra. Il cinema sono le persone. Marte crede nelle persone dietro al cinema. Oltre che occuparsi strettamente di Produzione Cinematografica, Marte Studios orbita intorno a tutto ciò che riguardi la produzione multimediale e la distribuzione dei suddetti prodotti.

Il regista sarà presente in sala così come la co-sceneggiatrice Noemi Cucinella, gli attori protagonisti Federica Gurrieri e Federico Mosca, il compositore delle musiche Alessandro Sanfilippo, il montatore Stefano Scaglione e il direttore della fotografia Giuseppe Nasca.

Il bacio, mercoledì 17 novembre alle 21:00 al Rouge et Noir.

Biglietto unico 5 euro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X