stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Baldini: «Al Barbera il Palermo giocherà per vincere, lo dobbiamo ai tifosi»
LE INTERVISTE

Baldini: «Al Barbera il Palermo giocherà per vincere, lo dobbiamo ai tifosi»

di
palermo calcio, Palermo, Calcio
Il tecnico del Palermo Silvio Baldini

Il Palermo espugna anche il Comunale di Chiavari per 1-2 nella gara di andata del secondo turno dei playoff nazionali, continuando una striscia positiva di vittorie in trasferta che lascia ben sperare. Mister Baldini è intervenuto in conferenza stampa subito dopo la gara per commentare il match: «Gli avversari hanno un valore, per cui a tratti possono creare problemi. Bisogna essere lucidi. Obiettivamente però questi ragazzi stanno facendo tanto, tantissimo. Bisogna però stare sul pezzo, sabato dobbiamo fare una prestazione come quella di stasera. Lo stadio ha bisogno di queste partite».

Sul percorso dei suoi ragazzi: «Stanno facendo qualcosa di straordinario. Hanno personalità e stima. Per fare questo percorso anche noi abbiamo avuto i nostri problemi. Non ci saremmo aspettati di fare così tanto bene e così tante vittorie. Passione e dedizioni portano sempre a risultati e questi ragazzi lo stanno dimostrando. Ma adesso non bisogna gestire il risultato, la nostra gente deve vedere sempre prestazioni di questo tipo».

Sugli assenti: «De Rose come Dall’Oglio sono fondamentali, sono giocatori importanti per esperienza e personalità. Se devono però stare fuori per infortunio tante partite è difficile, ma per una gara o due il problema non si pone. Noi andremo a giocare la nostra partita sabato come se non ci mancasse nessuno».

Prosegue la striscia positiva in trasferta: «Questi risultati in trasferta sono la dimostrazione che la nostra autostima cresce. La perfezione chiaramente non esiste, ci sono sempre degli avversari da considerare. È importante lavorare e sapere che la nostra forza è data dal lavoro settimanale che è fatto con passione. Noi non lo facciamo per soldi, ma perché è il lavoro che abbiamo sognato fin da bambini ed è il più bello al mondo. Se pensiamo che sia finita paghiamo come con la Triestina. Continuiamo a lavorare sulle indicazioni che la partita di oggi ci ha dato».

Su Massolo, protagonista del match commenta: «Ha dimostrato tramite il suo impegno e lavoro di meritarsi il posto, pur sapendo che abbiamo un altro portiere bravo che è Pelagotti. Il Barbera? Sarà ancora tutto esaurito. La gente oramai ha sposato la volontà del Palermo di andare in Serie B, e non ci abbandonerà adesso».

Altro protagonista del match è stato il bomber rosanero Matteo Brunori, tornato al gol dopo due match in cui le prestazioni erano state lievemente sottotono: «Siamo venuti qua a fare la nostra partita, gestendo il match con le nostre idee. C'è tanto entusiasmo perché ce lo trasmette anche tutta la gente che ci segue in trasferta. Adesso pensiamo già alla gara di ritorno. Poi sia chiaro, quando il Palermo vince e non segno va bene lo stesso. Preferisco non fare più gol e andare in Serie B. Non mi pesa non segnare. Sono contento di essere tornato in rete perché siamo andati sul 2-0».

«Tensione quando stavo calciando il rigore? Ogni rigore ha la sua importanza, oggi, forse ancora di più. Quando prendi la palla per calciarlo cerchi di isolarti e concentrarti solo su quello. Adesso testa a sabato. Dobbiamo giocare come sappiamo fare, senza pensare di avere il risultato in favore. Scenderemo in campo, come oggi, con le nostre idee. E porteremo a casa un altro grande risultato».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X