stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio La corsa del Palermo finisce ad Avellino, un gol di D'Angelo elimina i rosanero dai playoff
SERIE C

La corsa del Palermo finisce ad Avellino, un gol di D'Angelo elimina i rosanero dai playoff

di
playoff, serie c, Palermo, Calcio
Foto palermofc.com

È il palermitano D’Angelo a spezzare il sogno promozione del Palermo. Al “Partenio” l’Avellino vince 1-0 grazie al gol del centrocampista palermitano che regala il ticket per il passaggio del turno della sua squadra e manda al tappeto i rosanero. Il Palermo l’ha giocata fino in fondo, esce di scena per il regolamento che premia la squadra con il miglior piazzamento, ma nei 180 minuti la formazione di Filippi non è mai stata inferiore all’Avellino.

Se nel match d’andata si erano visti più calci che calcio, in questa gara di ritorno le emozioni non sono mancate. I “lupi” hanno azzannato i rosa nel primo tempo, una grande azione di Maniero e poi la palla per D’Angelo che da due passi ha messo in rete la palla della vittoria. Il palermitano poi si lascia andare ad un’esultanza “mundial” ma nell’intervista al termine del primo tempo dichiarerà che lo ha fatto per le tante critiche ricevute dai palermitani dopo il suo gol sempre al Palermo ma in campionato.

Nella ripresa i rosa hanno collezionato due nitide palle gol per pareggiare, ma Valente prima ha tirato addosso a Forte e in quella successiva ha mirato sopra la traversa da ottima posizione. Poteva andare diversamente, forse è mancata la “cazzimma” che invece l’Avellino ha avuto per quasi tutto il corso del match. Forse è mancato anche un centravanti di riferimento, probabilmente con Lucca in campo i rosa avrebbero avuto maggiore peso in avanti.

Palermo che quindi esce di scena e dice addio alle speranze di promozione. Peccato, perché la quadratura era quella giusta ma il verdetto del campo dice che i rosa anche il prossimo campionato dovranno giocarlo in serie C.

LA PARTITA MINUTO PER MINUTO

95': PARTITA FINITA. Il Palermo perde 1-0 ad Avellino e gli irpini passano il turno in virtù del miglior piazzamento in campionato. Rosanero eliminati dai playoff, il prossimo anno sarà ancora Serie C

93': Palermo che ci prova con la forza della disperazione ma senza lucidità

90': 5 minuti di recupero

88': entra Doda al posto di Lancini

83': punizione per il Palermo, fallo in attacco e ancora nulla di fatto

81': entra Almici al posto di un Kanoute molto in ombra negli ultimi minuti

76': Avellino che si divora l'occasione per il 2-0, inserimento di D'Angelo che serve Fella. Il sinistro da buona posizione finisce largo

73': è un Palermo spregiudicato quello che giocherà questi ultimi 17 minuti più recupero alla ricerca di un gol

70': ancora Valente pericoloso, palla che arriva sui piedi del numero 14 che ci prova di sinistro ma la conclusione è alta

69': il Palermo cerca di fare gioco, ora è l'Avellino che si difende

65': bella giocata di Fella che si libera in area per la conclusione ma svirgola malamente

61': lancio di Silipo per Valente che controlla e calcia, Forte si oppone. Grande chance per il Palermo

59': doppio cambio nel Palermo, entrano Silipo e Saraniti al posto di Santana e Marong

56': Ciancio mette in mezzo e Maniero cerca il gol spettacolare in rovesciata senza però trovare l'impatto col pallone

54': Avellino che adesso cerca anche di far scorrere i secondi e abbassare i ritmi

52': Palermo che ha bisogno almeno del pareggio per passare il turno

46': Kanoute ci prova dai 25 metri, la palla colpisce la parte alta della travera

46': INIZIA LA RIPRESA

45': FINE PRIMO TEMPO

43': conclusione da fuori area di Valente, pallone alto

43': ammonito Aloi

42': ancora buona chance per l'Avellino, Maniero per Ciancio che cerca di chiudere il triangolo col compagno, libera la difesa del Palermo

38': Palermo che ora è obbligato ad alzare il baricentro per cercare il gol del pareggio

35': in questo momento il Palermo sarebbe eliminato dai play-off, a parità di risultato infatti l'Avellino passerebbe in quanto testa di serie

34': GOL DELL'AVELLINO, D'ANGELO. Grande giocata di Maniero che supera due avversari, entra in area e mette in mezzo un pallone che D'Angelo deve solo spingere in rete

32': l'Avellino cerca di sfondare sugli esterni, traversoni che però non hanno creato particolari apprensioni alla difesa rosanero

26': punizione di Aloi direttamente in porta, Pelagotti vola e manda in corner. Occasione Avellino

21': Maniero cerca di liberarsi in area per la conclusione, ottimo intervento di Accardi che lo mura e poi subisce anche fallo

20: Kanoute un po' isolato in avanti, costretto a lottare contro i tre centrali irpini

16': sempre l'Avellino che ha in mano il pallino del gioco, il Palermo si difende con attenzione. L'unica palla gol in questi primi minuti è stata proprio dei rosanero

10': grande occasione per il Palermo, Floriano trova Kanoute che entra in area e con il sinistro calcia in porta. Forte si oppone e mette in corner

7': contatto in area del Palermo, va giù Maniero ma l'arbitro lascia correre

4': Avellino che come prevedibile è partito subito in avanti, Palermo costretto a difendersi

2': cross dalla destra di Ciancio e palla che scivola sul fondo con qualche brivido

1': PARTITA INIZIATA

LE FORMAZIONI

Queste le formazioni ufficiali della gara Avellino-Palermo, valevole per la gara di ritorno del primo turno della fase Play Off nazionale - Serie C, in programma alle ore 20:45.

AVELLINO: 22 Forte; 5 Laezza (C.), 13 Dossena, 31 Illanes; 23 Ciancio, 21 Carriero, 4 Aloi, 27 D’Angelo, 3 Tito; 19 Maniero, 11 Fella. Allenatore: Braglia.

A disposizione: 1 Pane, 32 Leoni, 2 Rizzo, 7 Bernardotto, 8 Silvestri, 9 Santaniello, 10 De Francesco, 14 Errico, 15 Rocchi, 17 Adamo, 28 Silvestri.

PALERMO: 1 Pelagotti; 26 Marong, 13 Lancini, 15 Marconi; 4 Accardi, 27 Luperini, 18 De Rose, 14 Valente; 11 Santana (C.), 7 Floriano; 20 Kanoute. Allenatore: Filippi.

A disposizione: 12 Fallani, 2 Doda, 3 Corrado, 5 Palazzi, 6 Crivello, 8 Martin, 9 Saraniti, 10 Silipo, 16 Peretti, 19 Odjer, 21 Broh, 29 Almici.

ARBITRO: Luca Zufferli (Udine).

ASSISTENTI: Pietro Lattanzi (Milano) e Giulio Basile (Chieti).

QUARTO UOMO:  Marco D'Ascanio (Ancona).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X