stampa
Dimensione testo
LA POLEMICA

Palermo, Albanese non è più il presidente. Tuttolomondo: "Serie B? Fiduciosi e sereni"

di

Altro scossone in casa Palermo. Da oggi Vincenzo Macaione e Alessandro Albanese non fanno più parte del Palermo Calcio. Quest’oggi, infatti, si è riunita l’assemblea totalitaria degli azionisti che ha accettato l’intera decadenza dal CdA. L’assemblea ha inoltre nominato il nuovo consiglio che verrà ufficializzato nella giornata di domani.

A confermare il tutto è stato Salvatore Tuttolomondo: “Il CdA è decaduto quest’oggi e quindi a breve verrà ufficializzato quello nuovo – dice a gds.it - stiamo lavorando molto e questo è un altro passo per mantenere comunque continuità”. Tuttolomondo si sofferma anche sulla data decisiva del 4 luglio quando la Covisoc esaminerà la richiesta d’iscrizione del Palermo alla serie B: “Siamo molto sereni e ribadisco che siamo fiduciosi. Abbiamo lavorato per iscrivere il Palermo in B e se dovesse andarci male alla prima tappa, continueremo la nostra battaglia anche in altri stadi. Siamo comunque sereni”.

Tuttolomondo parla anche di futuro: “Possono stare tutti tranquilli, il Palermo in ogni caso non perderà il suo titolo. Sento parlare di nuove proprietà e di nuovi investitori, ma ribadisco che siamo noi la proprietà. Ne approfitto anche per dire al primo cittadino che noi non siamo incappucciati, ci abbiamo messo la faccia e quando Orlando parla di incappucciati forse si riferisce a qualche amico suo. Noi ci siamo e continueremo a starci, se ne facciano una ragione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X