stampa
Dimensione testo
SERIE B

Tris del Palermo all'Ascoli: papera del portiere, poi Chochev e Szyminski

di

La vittoria che ci voleva. Il Palermo torna a vincere e lo fa al Barbera contro l’Ascoli per 3-0. Un ringraziamento speciale al portiere avversario Filippo Perucchini che travestito da Babbo Natale ha lanciato i rosanero regalando il gol del vantaggio con un clamoroso autogol che si candida a vincere l’oscar della “papera 2018”.

Il Palermo di questa sera ha però giocato un buon calcio, ha costruito tantissime palle gol e ha soprattutto sfruttato gli errori di Perucchini che ricorderà a lungo la disastrosa serata del Barbera. Il modulo con doppio trequartista (Trajkovski e Falletti) ha dato maggiore slancio alla squadra che ha corso di più e ha soprattutto velocizzato la manovra rispetto alle ultime uscite. Trajkovski e Falletti hanno duettato a lungo creando anche superiorità, con Moreo a fare reparto e a creare spazi per le avanzate dei compagni.

Un Palermo ordinato anche a centrocampo e diligente in difesa. Adesso i punti di vantaggio sul Brescia sono nuovamente tre e il Palermo ha quasi ipotecato il titolo di campione d’inverno, visto che ormai alla sosta manca una sola partita, ovvero quella di domenica contro il Cittadella fuori casa.

PALERMO DA SOLO IN VETTA, GUARDA LA CLASSIFICA

La cronaca: cambio di modulo per Stellone che si affida al doppio trequartista con Moreo unica punta. Rosanero già vicinissimi al gol dopo un minuto con Falletti: Trajkovski crossa forte dentro l’area di rigore ma l’uruguaiano dal dischetto, la spara in curva. La gara ha già ritmi alti ed è abbastanza godibile. Il Palermo gioca palla a terra e appare più rapido nel costruire la manovra. All’8’ ancora Palermo, grande cross di Trajkovski, Moreo stacca da vero rapace d’area ma il colpo di testa finisce largo. Il Palermo attacca e gioca meglio, dopo quattro minuti diagonale di poco a lato di Haas. Il gol arriva al 26’ con un clamoroso autogol del portiere Perucchini che prova a dribblare Moreo ma si spinge la palla in porta da solo, un autogol che resterà nella storia di questo campionato. Ascoli che cerca di giocarla in ripartenza ma è ancora il Palermo a sfiorare il gol: Aleesami crossa bene dall’altro lato per Falletti che tira al volo di destro, la palla finisce fuori di poco.

Ripresa, Il Palermo parte subito alla grande e cerca il raddoppio con un bel tiro di Falletti che però non inquadra la porta. Si muovono bene Trajkovski e Falletti che duettano e spesso la giocano su Moreo. 55’ brivido per il Palermo, tiro-cross di Cavion con la traiettoria che non inganna Brignoli che con l’aiuto della traversa salva il risultato. Sempre Ascoli attiva e pimpante, Ninkovic ci prova con un diagonale insidioso ed e’ Rajkovic a salvare la porta immolandosi di testa. Si fa male nel frattempo Aleesami ed entra Szyminski. Palermo che rispetto al primo tempo ha difficoltà a far scorrere palla mentre l’Ascoli zolla dopo zolla prende sempre più campo. 71’ altro brivido per i rosa, punizione liftata di Ninkovic e palla che per poco non fredda Brignoli.

Stellone si copre e a centrocampo mette Murawski al posto di Haas. 73’ arriva il raddoppio del Palermo, gran botta dalla distanza di Trajkovski, Perucchini respinge come può, Chochev da posizione defilata azzecca il tap-in con un bel diagonale sotto il sette. Dopo un minuto Palermo vicino al tris con Moreo che lanciato da Falletti apre troppo il compasso e la palla sfiora il palo. Nel finale il terzo gol lo segna invece Szyminski che dopo un assist di Rispoli e un’uscita a vuoto del portiere avversario appoggia in rete da due passi. Finisce 3-0, bene così.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X