stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Il Palermo rischia in casa col Carpi, ci pensa Djurdjevic: 2-2
SERIE A

Il Palermo rischia in casa col Carpi, ci pensa Djurdjevic: 2-2

di
Gara molto avvincente, poteva vincere chiunque, anche perché il Carpi ha dimostrato di essere una vera bestia nera per questo Palermo

PALERMO. L’incantesimo Carpi è stato spezzato solo a metà, ma è pur sempre qualcosa. Il Palermo pareggia 2-2 in casa contro la formazione di Castori, ma dopo essere stato in vantaggio, ha seriamente rischiato di perderla. Ci ha pensato l’esordiente Djurdjevic a riportare i rosa in parità, al minuto 88 il serbo impatta di testa una palla messa in mezzo da Lazaar, nulla da fare per Benussi e 2-2.

E’ stata una bella partita quella del Barbera, il Palermo ci ha provato fino alla fine, ha anche giocato bene per larghi tratti, ma stava rischiando di non prendere nemmeno un punto, anche perché la difesa oggi non era quella delle prime due gare di campionato, e tra un autogol di Vitiello e un’incertezza di Gonzalez sul gol di Borriello, è caduta nel momento in cui i rosa erano passati in vantaggio con il primo gol di Hiljemark.

Gara molto avvincente, poteva vincere chiunque, anche perché il Carpi ha dimostrato di essere una vera bestia nera per questo Palermo: la formazione di Castori ha giocato molto bene dopo lo svantaggio, andando anche vicino al colpo del k.o, evitato dal solito Sorrentino. Un punto che comunque, al momento, permette ai rosa di restare in vetta alla classifica. La cronaca: Palermo a trazione anteriore, Iachini manda in campo Vazquez, Quaison e Gilardino, in mezzo al campo chance da titolare per Hiljemark. Nel Carpi Matos e Mbakogu un avanti.

Il Palermo inizia subito alla grande: strepitosa azione di Quaison che scappa via e mette in mezzo per Hiljemark che con una zampata sotto porta batte Benussi, 1-0, esplode il Barbera, i rosa passano sull’asse svedese. Carpi vicinissimo al pareggio al 10’ con fedele che riesce ad alzare sopra la traversa da buona posizione. Al 23’ il pari del Carpi: Mbakogu entra in area e mette in mezzo, Vitiello nel modo di anticipare Matos però batte Sorrentino, autogol e 1-1. Al 27’ ci prova Vazquez, da buona posizione tenta la conclusione, palla alta.

Poi ancora Palermo, Quaison entra in area e questa volta tira, Benussi respinge con i piedi. Primo tempo abbastanza godibile. Ripresa, nessun cambio per i due allenatori. I rosa tornano a spingere, gioca bene Quaison, Gilardino si vede pochissimo e quando viene servito è sempre marcato bene dai difensori del Carpi. Al 60’ Letizia sfiora il gol, palla di pochissimo a lato su conclusione del numero 3. Iachini mette dentro Djurdjevic al posto di Gilardino. 63’ passa il Carpi: Matos mette dentro per Borriello, entrato da qualche secondo, e diagonale che batte Sorrentino, 1-2.

I rosa provano a rialzarsi, anche se manca l’affondo decisivo in avanti. Altro cambio, fuori Hiljemark e dentro Trajkovski. Il Palermo prova l’assalto finale. 88’: Lazaar mette in mezzo una palla importante e Djurdjevic di testa batte Benussi per il 2-2. Non succede più nel finale, un punto comunque prezioso per i rosanero.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X