stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Chochev carica la squadra per la nuova stagione: «Siamo più forti, io e il Palermo»
SERIE A

Chochev carica la squadra per la nuova stagione: «Siamo più forti, io e il Palermo»

di
Ora che inizia la sua seconda stagione in Italia, Chochev spera di ritagliarsi un ruolo da protagonista
calcio palermo, rosanero, SERIE A, Ivajlo Chochev, Palermo, Calcio
Chochev, 6. Giocando con continuità ovviamente migliora in sicurezza e fiducia nei propri mezzi. Presidia la fascia mancina del centrocampo rosanero limitando le puntate di Benassi. In ambasce solo quando parte Bruno Peres e deve aiutare Lazaar

PALERMO. Ivajlo Chochev è un ragazzo timido, tanto bravo a dribblare il taccuino dei giornalisti quanto a saltare l' uomo sul campo. Non amai riflettori, eppure aneddoti da raccontare ne avrebbe.

Nato e cresciuto a Pleven, settima città della Bulgaria post comunista. A cinque anni entra nell'accademia calcistica di Hristo Stoichkov, la bandiera del calcio bulgaro e Pallone d' oro nel 1994. Con un maestro come Stoichkov, Chochev cresce in fretta. Due anni all' Etropole e due campionati vinti prima del trasferimento al Cska Sofia, dove esordisce appena diciannovenne in prima squadra.

Perinetti nel marzo dello scorso anno lo scova e lo propone al presidente Zamparini, ma a chiudere la trattativa ci pensò Ceravolo, diventato nel frattempo nuovo direttore sportivo. In rosa Chochev dopo un primo periodo di adattamento comincia a ritagliarsi la fiducia di tutti, e complice la rottura tra la società e Barreto, gioca da titolare l'ultima parte della stagione dimostrando di poter essere un valore aggiunto per la squadra. Iachini lo piazza a centrocampo affiancandogli Rigoni e Jajalo e disegnando attorno a lui un nuovo centrocampo. E ora che inizia la sua seconda stagione in Italia, Chochev spera di ritagliarsi un ruolo da protagonista.

Inizia il suo secondo anno in Serie A, quali sono le sue aspettative?

«L' anno scorso per me è stata un' annata positiva, ho avuto modo di crescere professionalmente e di adattarmi al calcio italiano. Inizia una nuova avventura davanti ci troveremo squadre che hanno cambiato molto, ma noi partiamo dalla base dell' anno scorso per fare ancora meglio».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X