LA TRASFERTA A SAN SIRO

Zamparini teme l'Inter: "Una squadra forte nonostante la classifica"

di
" Probabilmente per il Palermo è l’avversario peggiore da affrontare, avrei preferito di gran lunga giocare contro la Juventus”

PALERMO. Vigilia di Inter-Palermo, una partita che può laureare i rosanero come “vip” del campionato. Un altro risultato positivo permetterebbe al Palermo di fare un ulteriore balzo in avanti. Lo sa bene anche il presidente Maurizio Zamparini che però non vuole sbilanciarsi sul match di domani a San Siro: “Nessuna sensazione particolare – dice a Tuttosport - anche perché dal mio punto di vista il Palermo sta facendo il suo campionato. Abbiamo allestito una buona rosa, Iachini sta lavorando bene e la classifica rispecchia il nostro valore. Piuttosto fa strano vedere l’Inter così indietro. La squadra nerazzurra non è da 13° posto, non è una posizione che le compete, né per l’organico né per la sua storia”.

Zamparini è però consapevole che il suo Palermo può fare male: “Vista la classifica e la condizione generale delle due squadre, penso sia normale pensare che il Palermo possa vincere in casa dell’Inter. Il problema è che i nerazzurri stanno vivendo un momento particolare, hanno tante emozioni in circolo e soprattutto molta voglia di rivalsa dopo le tre sconfitte consecutive fra campionato e coppa Italia – ha detto Zamparini -. Ho visto la partita contro il Sassuolo, una gara bellissima, e sono preoccupato perché loro sono più forti della classifica che hanno. Mancini sta facendo un lavoro particolare che alla lunga porterà i frutti. Probabilmente per il Palermo è l’avversario peggiore da affrontare, avrei preferito di gran lunga giocare contro la Juventus”.

Zamparini ribadisce che è alla ricerca di soci: “Guardi, io a 74 anni voglio proprio uscire dal giro, voglio diventare il presidente onorario proprio come Moratti. Cerco qualcuno che entri nel club e faccia il presidente operativo”. E infine sul mercato dei suoi gioielli: “Dybala è un grande giocatore, può risolvere le partite da solo. E’ stata una delle scoperte migliori degli ultimi anni, sapevo che era forte ma non immaginavo che esplodesse sino a tal punto. In tanti lo osservano. Ma credo sia fuori portata da certi budget, qui si va avanti con prestiti mentre il Manchester e il Psg fanno sul serio. Io spero di tenerlo, poi decide il ragazzo. Ma se fossi l’Inter con 40 milioni penserei a ristrutturare tutta la squadra. Se dedicherei a Mattarella un eventuale successo domani? Scusi, ma faccio gli scongiuri. Prima vinciamo, e poi si vede. E poi Mattarella è anche interista, quindi lui è felice comunque. Non la guardo, me la registro. Camminerò come sempre in campagna e poi me la rivedrò con calma e ne parlerò con l’allenatore”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X