stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Truffa dei teatri ai danni della Regione, archiviazione per 26 indagati

Truffa dei teatri ai danni della Regione,
archiviazione per 26 indagati

Per altri 45 l’inchiesta è stata chiusa e probabilmente i pm chiederanno il rinvio a giudizio

PALERMO. Qualche mese fa il mondo del teatro siciliano era finito nella bufera per un’inchiesta della Guardia di finanza di Palermo, che aveva scoperto una truffa da due milioni e 300 mila euro ai danni della Regione.


Per una parte dei 71 indagati - tra cui anche nomi molto noti - l’inchiesta, coordinata dai sostituti procuratori Daniele Paci e Roberto Tartaglia, si chiude con il decreto di archiviazione emesso oggi dal gip Daniela Cardamone. Sono 26, infatti, le persone risultate del tutto estranee ai fatti e per le quali la stessa Procura ha ritenuto di non avere elementi sufficienti per sostenere l’accusa. Per gli altri 45, invece, l’inchiesta è stata chiusa e probabilmente i pm chiederanno il rinvio a giudizio.

Le contestazioni erano pesanti e relative al 2008: gli indagati avrebbero compiuto, a vario titolo, falsificazioni documentali, realizzato spettacoli «fantasma», ma anche fatto false attestazioni, dichiarando costi in realtà mai sostenuti, avrebbero pure usato fatture fasulle e omesso di versare contributi previdenziali.

TUTTI I DETTAGLI NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA DOMANI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X