stampa
Dimensione testo

Truffa dei diamanti a Palermo, le rubano 2 mila euro

Ieri mattina nella zona di via Serradifalco tre uomini hanno avvicinato una signora rifilandole false pietre preziose
Palermo, Archivio

PALERMO. Quando si è resa conto di essere stata vittima di una truffa, che quelle pietre preziose strette fra le mani non erano diamanti, come le avevano fatto credere, ma volgari pezzi di vetro, fondi di bottiglia colorati, i suoi tre «benefattori» erano già spariti nel nulla. Insieme ai suoi soldi, quei duemila euro che la malcapitata aveva prelevato da un ufficio postale e gli aveva consegnato convinta di avere fatto un affare. Attimi di euforia. Rimarrà con un palmo di naso.
Palcoscenico dell’ennesima fregatura ai danni di vittime inconsapevoli, la famosa truffa dei diamanti, ieri mattina è stata la zona di via Serradifalco. Attrice non protagonista della «farsa napoletana», suo malgrado, una donna. È stata avvicinata in via Giovan Battista Lulli, il tratto di strada che da via Campolo porta in via Malaspina. Le si è presentato davanti per prima un uomo, 40 anni circa. Alto, biondo. Tratti da straniero. E come tale si spacciava. Le racconta di essere finlandese, di possedere dei diamanti. Valore 15 mila euro, dice. Il copione è sempre lo stesso. Ci sanno fare, ma c’è ancora chi ci casca. Scelgono le vittime con precisione: anziani, donne sole e persone in difficoltà.


ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X